Carissimi, il mio saluto va prima di tutto ai “novissimi” , ai nostri 184 studenti che, da oggi, sono liceali. Abbiamo scelto di accogliervi con l’Aria sulla quarta corda di Bach, conosciuta dai più come la sigla di Quark ed associata alla grande figura di Piero Angela, da poco scomparso.
Voglio usare le sue parole per parlarvi della scuola: “Se vi chiedessero qual è il migliore investimento, cosa rispondereste: i BOT? La Borsa? Un appartamento? Dei dollari? Un quadro d’autore? Personalmente penso che la risposta giusta sia: probabilmente l’educazione. Il miglior investimento, infatti, è mettere i soldi nel cervello dei nostri figli, nello sviluppo della loro intelligenza, delle loro capacità di essere creativi, competenti, adatti ad un mondo che si sta aprendo».
Essere liceali è un impegno e ad esso deve rispondere la nostra responsabilità. Commetteremo errori, ma è dalla valorizzazione dell’errore che inizia il cammino faticoso e affascinante della conoscenza. Nessuno nasce “imparato” e non si smette mai di imparare, chi vi dice di avere le soluzioni, chi sa sempre tutto è pericoloso : chi ha dubbi, chi vi insegna a dubitare delle certezze è una persona per bene. Saluto poi i nostri studenti di quinta , ai quali saremo vicini in questo ultimo anno di Liceo, augurando a ognuno di loro di seguire le proprie passioni.
Realizzare i propri obiettivi richiede impegno, costanza e fatica, nulla arriva mai in dono, né per caso, cercheremo di offrirvi le migliori opportunità, siete voi che dovrete approfittarne.
Abbraccio, infine, gli studenti di seconda, di terza e di quarta, a voi voglio dedicare le parole di Biesta, un autore che sto cercando di leggere in questi giorni. Vi auguro che, grazie agli studi, riusciate a ” ponderare la differenza tra i vostri desideri e la loro desiderabilità. La differenza, in altre parole, è quella tra essere oggetto dei propri desideri – o più precisamente: essere assoggettato ai propri desideri – ed essere il soggetto dei propri desideri ” Una strada difficile, la strada della democrazia, che dobbiamo attraversare. Insieme.
EZILDA PEPE- DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO SCIENTIFICO MANGINO PAGANI