Progettare vuol dire proporre un cambiamento, avere la visione di un possibile miglioramento per il futuro. In agricoltura sociale progettare significa promuovere l’integrazione delle reti tra soggetti che operano nell’ambito della cooperazione sociale e quelli della produzione agricola. In particolare, in una situazione di crisi sistemica e valoriale che stiamo vivendo a livello globale, attraverso l’agricoltura sociale si intende assicurare servizi innovativi per il bene essere delle persone, di qualsiasi condizione esse siano, sociale e psicofisica, dando nello stesso tempo una nuova visibilità e ruolo alle imprese agricole nella costruzione di reti relazionali con le comunità locali. Il Progetto AGRISOCIAL LAB, che ha ricevuto il sostegno dalla misura 16.1.9 del PSR Campania 2014-20, è stato ideato con questo spirito. Sperimentare e realizzare modelli di inclusione sociale che prevedano l’inserimento socio-educativo e l’avviamento al lavoro di persone, con diverse fragilità, all’interno delle aziende agricole partner. L’autorevolezza e l’ausilio dei due prestigiosi Dipartimenti universitari della Federico II – Scienze mediche traslazionali e Scienze Politiche -, che hanno avuto nel progetto un ruolo di indirizzo e verifica dei processi di inclusione avviati, la pluriennale esperienza in ambito sociale del capofila, il Consorzio Luna e la partecipazione di aziende agricole multifunzionali di grande rilevanza nel sistema agricolo campano, Terra Felix, Masseria GiòSole e La Posta Vecchia, sono le fondamenta su cui il progetto è andato dispiegandosi, con esperienze e risultati di grande interesse per le ricadute applicative che possono generarsi nell’ambito del settore dell’agricoltura sociale. Mercoledì 12 ottobre alle ore 10, presso il Casale del Teverolaccio a Succivo, nella sede della cooperativa agricola e sociale Terra Felix, si svolgerà il convegno finale del progetto con l’illustrazione dei principali risultati. Con l’occasione, nel corso dell’incontro, si svolgerà un dibattito ad interventi programmati sulla situazione attuale e sulle prospettive di sviluppo dell’agricoltura sociale in Campania. Ad intervenire, sono stati invitati Nicola Caputo, assessore regionale all’agricoltura, Michele Zannini, presidente ACLI Terra e coordinatore del Tavolo regionale dell’AS, Giovanpaolo Gaudino, portavoce del Forum del Terzo settore, Patrizia Stasi, presidente della Fondazione Campania Welfare, Salvatore StingoFrancesco Napoli e Giuliano Ciano, rispettivamente presidenti delle Fattorie sociali Capodarco di Grottaferrata, Capovolti di Montecorvino Pugliano e Fuori di Zucca di Aversa. Sono state invitate anche le organizzazioni professionali agricole e alcune delle Fattorie sociali del territorio casertano, che presenteranno anche i loro prodotti. Per il progetto AGRISOCIAL LAB interverranno Margherita Rizzuto e Giuseppe Orefice di AICARE, la prof. Carmela Bravaccio di Medicina traslazionale, i titolari delle tre aziende agricole partner, oltre a Marco Catuogno, presidente del Consorzio Luna, capofila del progetto. Modererà l’incontro Italo Santangelo, pubblicista esperto di AS.