Il Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) ha reso noto l’elenco dei 180 Dipartimenti risultati assegnatari del Fondo di finanziamento quinquennale (2023-2027) dei “Dipartimenti di Eccellenza degli Atenei Italiani“, per valorizzare l’eccellenza della ricerca universitaria, con investimenti in capitale umano, infrastrutture e attività didattiche di alta qualificazione.

180 Dipartimenti sono stati scelti preselezionati dall’ANVUR lo scorso maggio. Il risultato raggiunto in quella occasione è stato combinato con il punteggio raccolto dai progetti presentati dai Dipartimenti, valutati sulla base di 5 criteri di analisi: la coerenza interna al progetto presentato, la coerenza del progetto con il panorama di riferimento, l’esplicitazione della fattibilità, il contributo del progetto alla conoscenza e l’impatto atteso.

Avanza la Ricerca dell’Ateneo: il numero dei Dipartimenti di Eccellenza Unisa passa infatti da due, nel quinquennio 2018-2022, a tre finanziati per il quinquennio 2023-2027.

In particolare in questa edizione sono presenti nell’elenco di Eccellenza i Dipartimenti di: Informatica (DI), Ingegneria dell’Informazione ed Elettrica e Matematica applicata (DIEM) ed Ingegneria Industriale (DIIN).

Siamo particolarmente contenti di aprire il nuovo anno con questa lieta notizia che sottolinea e valorizza il ruolo centrale della ricerca universitaria prodotta dai nostri Dipartimenti – commenta il Rettore Vincenzo Loia -. Con un Dipartimento aggiuntivo rispetto alla selezione precedente, l’Ateneo si attesta con ancora maggiore presenza nella valutazione nazionale, riuscendo in questo modo a garantire per il prossimo quinquennio un miglioramento costante della qualità della ricerca e delle risorse a disposizione e così nuove opportunità per i nostri giovani ricercatori. Un risultato significativo che, insieme a quello del più alto tasso di immatricolati per il nuovo anno accademico, rappresenta per il nostro Ateneo un messaggio di forte motivazione e crescita futura”.

I Dipartimenti di Eccellenza rappresentano un intervento innovativo e di forte sostegno finanziario, previsto dalla legge 232 del 2016 (legge di bilancio 2017). L’intervento nasce con l’obiettivo di individuare e finanziare, con cadenza quinquennale e nell’ambito delle 14 aree CUN, i migliori 180 Dipartimenti delle Università statali. Si tratta di Dipartimenti che spiccano per la qualità della ricerca prodotta e per la qualità del progetto di sviluppo, ai quali è destinato un budget annuale di 271 milioni di euro.