Unione Popolare è un movimento nato nel luglio 2022, sostenuto da vari partiti e associazioni tra cui DeMa, Manifesta, Potere al Popolo e Rifondazione Comunista, oltre a numerose persone della società civile. È guidato da Luigi de Magistris ed è aperto alla partecipazione di tutte le cittadine e i cittadini che ne condividono gli obiettivi.

 

Perché nasce Unione Popolare? Perché il nostro paese vive ormai da anni una situazione drammatica. Invece di migliorare, l’Italia peggiora. Aumentano le ingiustizie sociali e l’incertezza sul futuro. Mancano fondi per gli ospedali, per le scuole, per i trasporti. Mancano diritti per la maternità, per la malattia, per l’assistenza a chi è in difficoltà. Manca un piano per proteggerci dal cambiamento climatico. Invece di risolvere tutto ciò, la politica attuale è spesso girata di spalle: ascolta chi ha grandi ricchezze, potere e privilegi, ma è sorda ai problemi del paese reale.

 

È urgente cambiare tutto ciò, ed è con questo obiettivo che nasce Unione Popolare, per cercare di invertire la rotta, perché un’Italia migliore è possibile e più che mai necessaria: un paese in cui tutti possano avere un lavoro con un salario decente, in cui lo Stato garantisca servizi pubblici di qualità, in cui la natura venga protetta e le nostre libertà civili difeseUn paese che non discrimini e in cui nessuno sia abbandonato a sé stesso. Un paese che sia attore di pace nel contesto internazionale.

 

È una sfida molto difficile ma “il popolo unito non sarà mai sconfitto”, ed è proprio così: se tante persone si uniscono per migliorare la vita, il cambiamento non può essere fermato.

 

In poche settimane i militanti e le militanti in tutta Italia hanno raccolto più di 60.000 firme per permettere a questa lista di partecipare alle prossime elezioni nazionali del 25 settembre e cominciato ad organizzare assemblee in tutta Italia per costruire con le persone comuni questo percorso e questa campagna elettorale, totalmente in controtendenza rispetto alle altre forze politiche nazionali.

 

Anche a Salerno e nella sua Provincia questo progetto è ben radicato e Sabato 3 Settembre 2022 alle ore 10:30 pressoo il “Bar White” in via Matteo Galliano 4/A (Salerno) si è svolta la conferenza stampa di presentazione di questo progetto. In questa occasione sono stati presentati i candidati e le candidate delle liste di Unione Popolare, tra cui figurano e spiccano personalità storiche delle battaglie del territorio. Da sottolineare anche la grande partecipazione di giovani a sostegno del progetto provenienti da Salerno e Avellino.

 

Apre la conferenza Simona Libera Scocozza, candidata alla camera sull’uninominale di Salerno che ha dichiarato: << Questo è un territorio martoriato dal sistema clientelare! Noi non ci arrendiamo e la vera sinistra salernitana e avellinese si è unita insieme in questa battaglia sotto un unico simbolo quello di Unione Popolare!>>

 

Lorenzo Forte, storico attivista delle battaglie ambientaliste salernitane e candidato al Senato su Salerno e provincia, ha dichiarato: << Siamo scesi in campo in queste elezioni politiche perché c’è bisogno di giustizia sociale e ambientale! C’è bisogno di un reale cambiamento nel mondo del lavoro! Vogliamo posti di lavoro sicuri e di qualità e attività che siano rispettose dell’ambiente!>>

 

Poi l’intervento di Erminia Maiorino, candidata alla camera nell’uninominale Agro-Costiera e al plurinominale Salerno-Avellino: << Siamo una comunità di persone che tutti giorni con la militanza cerca di migliorare la vita di tutti! Ora abbiamo bisogno di un passo ulteriore da fare: entrare nelle istituzioni per dare voce alle nostre istanze>>

 

Nazzario Matarazzo, candidato alla Camera nel collegio uninominale Cilento: << Sono orgoglioso di far parte di questo progetto libero, coerente e giovane! Voglio portare la voce dei giovani cilentani che vogliono essere ascoltati! Per noi questo è un momento di costruzione che guarda molto lontano!>>

 

Poi, il portavoce nazionale di Potere al Popolo, Giuliano Granato, candidato capolista al listino plurinominale Salerno-Avellino della Camera dei Deputati: << Abbiamo raccolto 60.000 firme in pochissimi giorni per presentarci alle elezioni solo con le nostre forze! Questo è garanzia di autonomia e indipendenza! Noi a differenza delle altre forze politiche non ci siamo venduti e non ci venderemo a nessuno!>>. Poi un duro attacco al Partito Democratico: << il PD non è più la sinistra in questo paese! Io sono stato licenziato a causa del Jobs Act che loro hanno introdotto! Sono loro che hanno abolito l’Articolo 18 e che hanno rovinato la vita dei lavoratori del nostro paese! La prima cosa che faremo come Unione Popolare è proporre una legge sul salario minimo a 10 euro/ora!>> ha continuato poi con un duro attacco a Vincenzo De Luca: << Noi siamo stati i primi ad aver denunciato pubblicamente il Sistema Salerno durante la campagna elettorale delle passate regionali! Questa è Unione Popolare, noi non abbiamo paura di fare i nomi! La Campania è la nostra terra e non è la terra di questi signori! Riprendiamoci quello che è nostro! Riprendiamoci il futuro!>>

 

Francesco Navarra, candidato nel listino plurinominale alla Camera dei Deputati: << Il nostro agire politico è contro sfruttamenti e iniquità! Ci sono tanti borghi piccolissimi nei nostri territori, completamente dimenticati dallo Stato centrale! Dobbiamo batterci per le persone di quei territori e per i giovani che decidono di non abbandonarli!>>

 

Poi, Rosaria Ciccarone, candidata del collegio Plurinominale alla Camera :<< Sono una giovane donna che ha deciso di restare in questo territorio! Sono venti anni che sento parlare della questione meridionale e dei giovani da persone che non conoscono questa problematica! Noi la viviamo sulla nostra pelle! >> poi in linea con il suo profilo professionale ha dichiarato: << bisogna ripartire dalla cultura, dal patrimonio storico artistico dei nostri territori, ma la politica tradizionale non riesce a farlo per una visione miope!>>

 

Gabriella Luise, capolista nel collegio plurinominale al Senato : <<Vogliamo lasciare ai giovani un paese di pace! Noi siamo gli unici ad esserci duramente espressi contro la guerra! Non è possibile che nel nostro paese non ci siano i soldi per migliorare le condizioni delle persone ma in una settimana si trovino miliardi di euro per mandare le armi e fare la guerra! Noi non ci stiamo!>> ha poi continuato dicendo: <<Noi siamo gli unici che da sempre hanno combattuto e che continueranno a battersi per l’acqua pubblica e siamo gli unici che ne parlano in questa campagna elettorale!>>, su questo tema duro attacco al M5S:<< loro hanno rinnegato le battaglie sui beni comuni, una delle loro stelle, noi non lo faremo!>>

 

Pedoto, candidata nel listino al Senato: << I giovani che emigrano devono ritornare nelle loro terre perché sono una risorsa troppo importante! Io vorrei vedere più giovani battersi con noi per questo! I nostri territori hanno tanto potenziale e dobbiamo fare in modo che ritornino ad essere fucina di idee e vitalità!>>

 

A conclusione Pio De Felice, candidato nel listino plurinominale del Senato, che ha dato la sua visione sulla città di Salerno: << La città di Salerno sta perdendo abitanti a causa dell’emigrazione e pure si continua a costruire e continuano i progetti faraonici!>> duro attacco anche sulla questione ospedale: <<A Salerno invece di costruire un nuovo ospedale dovrebbero capire che l’esistente non funziona bene e che la gente per curarsi preferisce le strutture del nord! Basta con questo tipo di speculazioni e politiche! Le soluzioni sono molto più semplici di quello che ci vogliono raccontare, basterebbe visione e volontà politica>>

 

 

19 allegati