Giovedì 3 novembre nell’auditorium dell’istituto “Giovanni XXIII” organizzato da ANCEM – Associazione Napoli Capitale Europea della Musica

Giovedì 3 novembre alle ore 19 nell’auditorium dell’Istituto “Giovanni XXIII” (via Nuova Toscanella 235 Napoli), si terrà lo spettacolo “Unico Viviani”, versi, prosa e musiche di Raffaele Viviani, con Giovanna Sannino, Gaetano Migliaccio, Vito Amato, Veria Ponticiello, Salvatore Sannino, regia di Sergio Lamolas, elaborazioni musicali di Maria Barbato, per la rassegna “Scampia – Il progresso attraverso la Cultura”, organizzata da Ancem – Associazione Napoli Capitale Europea della Musica diretta da Filippo Zigante, grazie al sostegno del Comune di Napoli, e al patrocinio morale dell’Assessorato Politiche Giovanili del Comune di Napoli e della Ottava Municipalità, e al coordinamento scuole e territorio di Sabrina Innocenti.

“Vivani è unico! Non solo nel senso di grandezza, ma nella sua poetica. È unico, non può essere spacchettato. La sua drammaturgia è un’evoluzione continua. E cosi le sue poesie. La nostra scelta è stata quella di raccontare Vivian come se gli attori in scena, fossero uniti, unico, appunto I versi, le canzoni, la prosa viene declamata da più voci e più corpi, uniti dai versi, dalle note, dai colori. Un unico attore che racconta un unico Viviani. L’opera è separata per più attori o attrici e, per questo, diventa unica”, si legge in una nota.

 

La rassegna proseguirà con “Musica Libera Tutti”, l’orchestra infantile e giovanile del Centro Hurtado (5 novembre), “La teatralità a Napoli – dal ‘500 al ‘700” (11 novembre), “Canzoni napoletane di Natale” (sabato 19 novembre) e il duo Marcella Parziale – Giuseppina Coni in “Salotto primo ‘900” (sabato 26 novembre).

Quattro appuntamenti a dicembre con il balletto “Carmen” (sabato 3 dicembre), l’esibizione del duo composto dal violino di Linda Hedlund e il pianoforte di Francesco Nicolosi (domenica 4 dicembre), e i concerti dell’Orchestra Sinfonica di Kharkov per l’evento “Scampia incontra l’Ucraina” (martedì 13 dicembre) e dell’Orchestra Junior Verticale composta dei giovani dell’ottava Municipalità (18 dicembre).

Ingresso gratuito, per prenotazioni ancem-napoli@libero.it.

 

 

L’Associazione Napoli Capitale Europea della Musica (A.N.C.E.M.), da oltre un ventennio pone in essere la sua attività tendente alla diffusione della cultura musicale sul territorio, attraverso manifestazioni, parte specificatamente concertistiche, parte culturali, per rendere accessibile ad una vasta fascia di pubblico il suo messaggio artistico. Ed è proprio per raggiungere fasce diverse della collettività che l’ANCEM interviene su due sedi diverse sia topograficamente che per l’impatto sociale che da ciò ne deriva. Prosegue l’ormai tradizionale appuntamento con il pubblico del Teatro Diana, con l’Orchestra da Camera Accademia di Santa Sofia, ed è stata varata una serie di manifestazioni presso l’Istituto Pontano, allocato nello storico Palazzo Cariati, comprendente giornate di approfondimento culturale su tematiche diverse, quali la figura di Enrico Caruso, quella di Pier Paolo Pasolini ed infine l’analisi del delicato rapporto tra autore ed interprete. “La cultura, ed in ciò crediamo fermamente e in tal senso operiamo, è progresso sociale e civile”. Così Zigante.