Continua il percorso artistico “Tracce di memoria” promosso dall’Associazione Campania Danza – un percorso che porta la danza nei luoghi d’interesse storico in tutta la regione. Doppio appuntamento a Buccino con un matinée e un serale questo weekend al Museo Archeologico Nazionale “Marcello Gigante” di Volcei. Le coreografie sono a cura di Simone Liguori, della direttrice artistica della rassegna Antonella Iannone, e Claudio Malangone.

Il museo, ospitato nell’ex convento quattrocentesco degli Eremitani, espone i reperti rinvenuti nell’area di Buccino, tra i quali il corredo funerario femminile della Tomba degli Ori, una tomba a camera del IV sec. a.C. e il mosaico della Sala del Banchetto, di cui è stato ricostruito l’ambiente con le pareti decorate in stucco policromo. I danzatori Simone Centanni, Aurora Convertini, Francesca D’Arienzo, Olimpia Milione e Melania Nicastro, Alessandro Esposito, Maite Rogers Gastaka e Giulia Pisanti trasformeranno gli spazi dell’ex convento in un ritrovo d’arte tersicorea per dar vita ad una diversa narrazione degli spazi museali. Ampliare di nuovi significati i luoghi della storia e dell’identità di un intero territorio è il senso del progetto che ha la voce narrante dell’attore Roberto Lombardi e il particolare suono della chitarra di Marco De Simone.

Il progetto “Tracce di memoria”, finanziato dalla Fondazione Banco di Napoli con la collaborazione di Bimed e Borderlinedanza mette al centro i musei per trasformarli in ideali quaderni dell’arte e creare così contaminazioni d’idee, sensazioni, emozioni, capaci di adattare i luoghi allo sguardo degli spettatori. La danza diviene lo strumento attraverso il quale ritrovare le “tracce di memoria” che il museo custodisce per rafforzare la cultura identitaria di un territorio. Gli appuntamenti di questo weekend a Buccino sono per domani mattina alle 11 e sabato sera alle 19.