Totò Crooner: un otello principe di Bisanzio al Teato Avanposto

0
92

L’anno nuovo al Teatro Avanposto, Via Sedile di Porto 55 Napoli, comincia con un omaggio al grande Totò, attore che non ha certo bisogno di presentazioni! Sabato 5 Gennaio alle ore 21 Carmine Borrino porta in scena “Totò crooner” una personale e sperimentale visione del grande attore. Al suo secondo studio shakespeariano Borrino rivive la storia umana e professionale di Totò accostando la sua gelosia a quella di Otello del famoso drammaturgo inglese. Un Otello principe di Bisanzio insomma. Con musica e canto dal vivo sul palco rivivranno le canzoni scritte da Totò intorno agli anni ’50 ma anche la sua ironia e poesia.

“Sono felice di portare ancora in scena questo spettacolo – afferma Borrino –  è stata una fantastica avventura scoprire alcuni lati che non conoscevo di Totò. Mi rammarica solo aver conosciuto questi aspetti solo ora. Il mio è un teatro di ricerca che comporta indagini, studio e approfondimenti ed ha bisogno di tempo ma poi porta i suoi frutti.

Antonio De Curtis, geloso come un Otello. Il copione shakespeariano preso a pre-testo per “drammatizzare” quella passione fatale che il giovane Totò ebbe agli inizi della sua carriera con la sciantosa Liliana Castagnola: la morbosa gelosia, le malelingue, le incomprensioni, la violenza di genere, la tragica morte di una donna. Un racconto in prima persona, in forma di crooner, cantato e suonato dal vivo in quasi studio radiofonico per una drammaturgia che mischia, fonde, confonde e sovrappone la grandissima poesia del bardo con i guizzi e i lazzi da teatro dell’assurdo dello “sconfinato” repertorio di Totò.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here