Il Sarno Film Festival si rinnova per la dodicesima edizione. Appuntamento previsto per domani al Teatro Municipale Luigi De Lise alle 19:00 per visionare insieme i cinque corti finalisti di quest’anno, scelti dallo staff organizzativo: “Fire Born” di Daniel Carsenty; “Shakespeare for all age” di Hannes Rall; “Piccole cose” di Elio De Filippo e Jessica Squillante; “The Gladiators” di Maryam Rahimi e “Nursery Rhymes” di Michael Kam.

Il festival è stato organizzato dall’associazione “Il Cantiere dell’Alternativa – Diritti Cinema e Cultura” in collaborazione con il Comune di Sarno e con il partenariato della Film Commission Regione Campania.

Il presidente della giuria tecnica quest’anno è l’attore Gianni Parisi, accompagnato da Maurizio Gemma, direttore della Campania Film Commission, e da Claudia Pascotto, che per la Campania Film Commission si occupa dell’area assistenza produzioni. Sono inoltre parte della giuria i registi Alberto Segre e Indranil Banerjee – primo membro internazionale delle giurie del festival – e la montatrice Beatrice Segolini. Questo ensemble nella giornata di domenica premierà il corto vincitore insieme ad una giuria popolare che ha potuto registrarsi tramite apposito modulo fornito dai canali social del festival. Il tema scelto per quest’anno è la democrazia.

Gli ospiti di questa edizione saranno: la regista iraniana Maryam Rahimi, l’associazione “Insieme si può”, a cui verrà consegnata una menzione speciale, e il presidente della giuria tecnica Gianni Parisi, che riceverà il premio “Racconto della realtà”.

L’ingresso al festival è gratuito fino ad esaurimento posti. Ulteriori informazioni sono disponibili sui canali social.