Neanche la pandemia era riuscita a motivare gli uffici tecnici del Comune capofila Tramonti di accelerare i lavori della strada provinciale 2 verso il Valico. Un grande progetto di manutenzione , circa 1,3 milioni di euro appaltati, che ha voluto tanto tempo, troppo, per riuscire a venire alla luce. Il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese, ad una radio locale, ha confermato che i lavori dovrebbero essere avviati il prossimo 3 giugno. E cosi probabilmente i primi flussi turistici che si iniziano ad intravedere dallo scorso fine settimana, seppur timidi e interni, dovranno ora fare i conti con mezzi di lavoro, interruzioni e riduzione ulteriore di corsie per una manutenzione che tutti si augurassero potesse essere fatta prima e con più ordine. Il rischio è come al solito che si faccia troppo in fretta, che ci siano lunghe code da e per il Valico e che vi siano ingorghi per una manutenzione straordinaria che avrebbe bisogno di una messa in sicurezza dell’intero tracciato davvero malmesso e interessato da frane, smottamenti e mancata manutenzione ordinaria. Chissà e se come sarà garantito il controllo del materiale e l’attuazione di un progetto che secondo le intenzioni avrebbe dovuto garantire ben più alto rendimento, ma che considerato l’importo, rischia di trasformarsi se tutto andrà bene, in uno strato bitumimoso che si spera almeno di qualità se e come arriverà mai poi la segnaletica orizzontale e verticale. Le buche vistose, i pericoli che tutti i giorni da anni le auto e i mezzi autoarticolati subiscono con i propri conducenti saranno colmate ed offerto un vero importante rifacimento della strada napoleonica?