I “coraggiosi” delle varie comunità dell’agro nocerino sarnese hanno perso l’“appetito” di essere protagonisti del nulla!! Sono tutti scomparsi dalla scena!!! Le scuole sono aperte … o peggio all’aperto, difatti nel tentativo di scongiurare il Covid prudenzialmente si aprono le finestre, peccato che siamo nel periodo più freddo dell’anno, e i nostri bambini sono diventati dei pinguini!! 

Tutto funziona, non vi sono problemi sanitari, l’ospedale di Nocera funziona, perfino, meglio di prima. La popolazione ha subito una grande perdita, quella di non poter più godere delle preziose notizie che, come da manuale covid, si pubblicavano quotidianamente sui social e sui vari canali di informazione locale. I contagi aumentano, le scuole non riescono a svolgere la didattica, ma questo non è di interesse … il mare è in tempesta e la nave non ha uomini al timone!! Si registra qualche timido coraggioso che, a singhiozzo, tenta di parlare di altro, per distrarre la comunità, aspettando il momento propizio, sperando che prima o poi la gente dimentichi!

Primato dell’agro è quello d’aver creato tanti Super Eroi, che con i loro selfie, pubblicizzavano un importante prodotto “il loro io”; adesso è svanito, sono tutti scomparsi, la problematica “Scuola” è troppo spinosa, con il dilemma scuole aperte/scuole chiuse: come si può tranquillizzare un genitore, in apprensione per i propri figli, sapendo che il contagio imperversa ovunque, conoscendo la realtà scolastica e le sue mille criticità, specie per infanzia/elementari e medie.

È bastato uno “starnuto” del governo centrale, per il tramite della diramazione territoriale, e tutti a dileguarsi, sciolti come neve al sole!! Preparativi di prove generali rispetto a quello che potrebbe accadere, nella tanto decantata terra dei Migliori con i “mitici” coraggiosi, pronti a entrare in scena, solo a parole, in caso di calamità naturali.

Riflettere sociologicamente sulla totale inadeguatezza dei coraggiosi, questa nuova etnia, nata da una stirpe non degna di quelle passate, è importante, oltre che istruttivo, per una comunità orfana di identità e di rappresentanza. Facciamo in modo che non si ripeta quanto accaduto il 30.10.1938, quando, alla vigilia del dolcetto scherzetto (halloween), l’annunciatore della radio generale della CBS comunicava, per scherzo, l’inizio della Guerra dei due Mondi in America e tutti a scappare.

Il disastro dell’evento sismico dell’anno 1980 ha insegnato poco o niente alla popolazione dell’agro, che resta attonita aspettando UFO Robot e il suo Goldrake!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *