Sannino è scappato, altri sono andati via, chi è rimasto non si sa per quanto, Favasuli lascia la bacchetta non magica a Zavettieri: abbastanza per una conferenza in streaming rossonera, andata in onda oggi. L’eccesso dell’americano Natale (Scalzi invece non ha mai parlato…) ha lasciato spazio al tono dimesso di Grasso, il delegato avellinese della proprietà d’oltre oceano. Stavolta sembrava il giorno dopo Carnevale, quello delle Ceneri. A differenza dei continui proclami di Natale-Carnevale, Grasso ha affermato che effettivamente la squadra non è all’altezza delle ambizioni massime, che non ci sono nuovi soci, che forse ci saranno nuovi collaboratori e qualche volto nuovo anche in squadra, che Zavettieri passa da diesse a mister. Non basta ovviamente per placare l’amarezza della piazza, che prepara la contestazione in occasione di Nocerina-Brindisi di domenica.