Inizia bene il Messina: al 6’ Trasciani fa partire un mancino dalla trequarti, Barosi si rifugia in angolo. All’11’ le vespe passano in vantaggio: secondo calcio d’angolo battuto, Maggioni si tuffa di testa e insacca alle spalle di Lewandowki. Padroni di casa in avanti dopo pochi minuti di gioco. Secondo gol stagionale per il terzino. Al 15’ insiste la Juve Stabia: Mignanelli scatta sulla trequarti, serve rasoterra Pandolfi in area, intercetta la difesa siciliana, spedendo il pallone in corner. Al 20’ vespe vicinissime al raddoppio: Silipo entra in area, prova a servire Zigoni, l’attaccante non in quadra lo specchio della porta, ma il pallone viene deviato in corner. La Juve Stabia alza il baricentro e continua a pressare, Messina in difficoltà e priva di idee in fase offensiva. Al 32’ arriva finalmente il raddoppio: contropiede gialloblù, Pandolfi corre in solitaria sulla fascia, Silipo si fa trovare pronto in area e indisturbato di piatto insacca. Non c’è due senza tre: al 37’ Berardocco serve con un pallonetto, Ricci che vince un contrasto con Lewandowki e con una scodellata manda il pallone in porta. Non c’è partita: i padroni di casa calano il tris grazie alla prima rete in gialloblù di Manuel Ricci.

 

Ripresa: al 3’ Silipo serve lateralmente Pandolfi, l’attaccante calcia malissimo e spedisce il pallone sul fondo. Due minuti dopo Messina vicinissimo al gol: calcio d’angolo battuto dalla sinistra, Trasciani di testa impatta sulla traversa, Barosi salva tempestivamente sulla linea. Succede dell’incredibile sugli spalti al 17’: i tifosi giunti da Messina, visto l’andamento della gara della squadra sicula, abbandonano il settore ospiti. Cominciano a calare i ritmi del match. Timide le reazioni della squadra di Auteri. Al 23’ vespe vicine al poker: gran destro al volo di Zigoni, l’estremo difensore giallorosso si rifugia in calcio d’angolo. 

Juve Stabia (4-3-3): Barosi; Mignanelli (Dell’Orfanello 38’s.t.), Altobelli, Caldore, Maggioni (Picardi 43’s.t.); Ricci (Gerbo 33’s.t.), Berardocco, Scaccabarozzi (K) (Carbone 1’s.t.); Pandolfi (D’Agostino 33’s.t.), Zigoni, Silipo. A disp.: Russo, Dell’Orfanello, Carbone, Gerbo, Maselli, Bentivegna, Guarracino, Della Pietra, Picardi, D’Agostino, Vimercati, Peluso, Santos. All.: Leonardo Colucci.

 

Messina (3-4-3): Lewandowki; Trasciani, Ferrini (Berto 15’s.t.), Angileri (Konate 15’s.t.); Napoletano (Marino 1’s.t.), Mallamo (Catania 15’s.t.), Fofana, Fiorani; Versienti, Balde, Ngombo. A disp.: Daga, Berto, Grillo, Zuppel, Konate, Catania, Marino, Curiale, Iannone. All.: Gaetano Autieri

Arbitro: Gabriele Restaldo della sezione AIA di Ivrea

Assistenti: Andrea Zezza della sezione AIA di Ostia Lido e Pierpaolo Carella della sezione AIA di L’Aquila

IV ufficiale: Dario Di Francesco della sezione AIA di Ostia Lido

Ammoniti: Angileri (M), Ferrini (M)

Marcatori: Maggioni (JS) 11’p.t., Silipo (JS) 32’p.t., Ricci (JS) 37’p.t.

Angoli: 6-3  

Recuperi: +3’s.t.