0 Condivisioni

La Paganese esce sconfitta dallo stadio di Andria, dove ha perso per 1-0 contro la Fidelis. Gli azzurrostellati di mister Grassadonia sono stati sfortunati negli episodi. La gara in se è stata equilibrata, con occasioni da un lato e dall’altro. A sbloccarla Urso su calcio di rigore a metà del primo tempo. La Paganese ha avuto le opportunità per pareggiare, anche e soprattutto perché dal 50’ della ripresa i pugliesi hanno giocato in dieci per l’espulsione di Gaeta. Le due ghiotte chance per l’1-1 sono capitate sui piedi di Tommasini. Prima è stato liberato a centro area da un colpo di testa di Tissone. L’attaccante però, forse ostacolato dal ritorno di un difensore, non ha calciato bene è addirittura ha sfiorato il palo. L nella seconda, in pieno recupero, si è ritrovato davanti al portiere che in uscita sembra averlo toccato. Per l’arbitro il contatto non era da calcio di rigore e questo ha causato le proteste della panchina ospite. Al fischio finale, la Fidelis ha esultato per i tre punti mentre gli uomini di Grassadonia ritornato a casa con tanto amaro in bocca.

FIDELIS ANDRIA: Saracco, Monterisi, Alcibiade, Riggio, Carullo, Risolo, Urso, Bonavolontà (83′ Bortoletti), Gaeta, Bubas (68′ Benvenga), Messina (56′ Sorrentino). A disp. Vandelli, Paparesta, Ciotti, De Marino, Legittimo, Bolognese, Tulli, Calamita, Ortisi. All. Di Leo.

PAGANESE: Baiocco, Konate (45′ De Santis), Murolo, Sbampato (64′ Scanagatta), Perlingieri (76′ Volpicelli), Cretella (64′ Guadagni), Tissone, Bensaja, Brogni, Tommasini, Diop (45′ Firenze). A disp. Pellecchia, Avogadri, Celesia, Manarelli, Martorelli All. Grassadonia.

ARBITRO: Bitonti di Bologna.

RETE: 22′ rig. Urso.

0 Condivisioni