La vicenda è accaduta in questi giorni in un istituto scolastico superiore di una popolosa città della provincia di Salerno. Il dirigente scolastico aveva dato il via libera alla richiesta degli studenti di autogestione dal 19 al 22 dicembre. Ma i problemi sono sorti fin dal primo giorno. Ci sarebbe stata una segnalazione di odori strani, fatta alle forze dell’ordine da una dirigente scolastico di istituto localizzato più o meno nei pressi dell’altro. Irruzione delle forze dell’ordine, sequestro di “fumo”, qualche alunno colto addirittura in flagranza. La scuola è intervenuta sospendendo l’autogestione e decidendo subito con provvedimenti disciplinari sotto forma di corpose sospensioni. Non è una bella storia di Natale. E’ solo lo specchio deformato della scuola e della società di oggi…