Relativamente alle procedure in corso per la predisposizione del bando per la vendita delle farmacie comunali, il Sindaco Cristoforo Salvati precisa quanto segue:  “E’ doveroso chiarire che non ho mai parlato di una squadra di lavoro composta da consiglieri comunali, tra l’altro aperta all’opposizione, cui affidare il compito di predisporre il bando per la vendita delle farmacie comunali. Lo smentisco categoricamente, stroncando sul nascere illazioni infondate e pretestuose di qualche esponente dell’opposizione che, da amministratore attento, dovrebbe
conoscere bene la distinzione tra i poteri di indirizzo e di controllo politico-amministrativo, spettanti per legge agli organi di governo, e le attività gestionali, che sono di esclusiva competenza dei dirigenti comunali, come disciplina l’art. 107 del Testo unico degli Enti locali. Ho solo chiesto alla mia maggioranza la disponibilità ad un confronto in merito alle attività propedeutiche (e di indirizzo politico) alla pubblicazione del bando per la vendita delle farmacie comunali, che sarà predisposto dal dirigente comunale competente, in totale autonomia e nell’esclusivo interesse dell’Ente e della città”.