Nell’ambito della campagna di monitoraggio e controllo tesa a verificare il rispetto delle norme ambientali nell’area geografica del bacino del fiume Sarno e finalizzata a prevenire e reprimere gli illeciti sversamenti, i militari della Stazione Carabinieri  di Sarno hanno ispezionato un piazzale destinato a parcheggio di automezzi impiegati per il ritiro e trasporto dei  solidi urbani sito nell’area PIP del Comune di Scafati.

Gli accertamenti condotti con il supporto di tecnici del Dipartimento Provinciale di Salerno dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania, hanno fatto emergere la circostanza che nell’area sono abbandonati  di varia natura: fusti metallici, serbatoi di autoveicoli, filtri di carburanti, automezzi in disuso, ingombranti, pneumatici e pannelli in alluminio contenenti poliuretano espanso. Rilevata inoltre, sul nudo terreno, una macchia di sostanze oleose di significative dimensioni e la presenza di diversi cassoni scarrabili aperti contenenti  speciali non pericolosi esposti alle intemperie.

L’area è risultata essere nella disponibilità ed in uso di una Spa, partecipata dal comune di Scafati, che si occupa della raccolta dei rifiuti urbani.

Accertata la natura illecita del  incontrollato dei rifiuti rinvenuti, i militari hanno proceduto al sequestro dell’area di piazzale di circa 1.200 mq e deferito alla Autorità Giudiziaria il responsabile.