Questa mattina il Sindaco Cristoforo Salvati e l’Assessore al Bilancio Nunzia Di Lallo hanno incontrato una delegazione di consulenti del lavoro dell’Ordine di Salerno, di commercialisti e di avvocati tributaristi dei rispettivi
Ordini di Nocera Inferiore, convocati dal primo cittadino per aprire un tavolo di confronto sulla questione della presunta irregolarità di una parte degli avvisi di accertamento per l’annualità 2015 notificati nelle scorse settimane dall’Ufficio Tributi.

“E’ stata sicuramente una discussione proficua – ha dichiarato il Sindaco Cristoforo Salvati – Abbiamo voluto fortemente coinvolgere i professionisti del settore per concordare una linea di intervento risolutiva, a tutela di coloro che si sono visti recapitare avvisi di accertamento non dovuti o inesatti attraverso una valutazione condivisa
di azioni che questa Amministrazione ha intenzione di attuare a stretto giro per consentire ai contribuenti di potersi vedere riconosciuti i propri diritti. Ai professionisti intervenuti abbiamo illustrato le nostre ipotesi di soluzione, rendendoci disponibili ad ascoltare le loro proposte”.

E’ stata l’Assessore al Bilancio Nunzia Di Lallo ad introdurre la questione spiegando le anomalie che l’Ufficio tributi ha già individuato rispetto agli avvisi emessi. Erano presenti anche il presidente della Commissione Bilancio Nicola Cascone e la responsabile del Settore “Finanze e Personale” Anna Farro.  “Precisiamo innanzitutto – ha spiegato l’Assessore Di Lallo – che gli avvisi inesatti rappresentano solo una piccola percentuale degli oltre 6000 atti notificati nelle scorse settimane ai contribuenti morosi, o presunti tali. Da parte dell’Amministrazione c’è la
massima disponibilità a sanare gli eventuali errori commessi. Condividiamo la proposta avanzata dai professionisti intervenuti di inserire nel regolamento delle entrate comunali la procedura dell’accertamento con adesione per prorogare i termini di scadenza per l’attivazione dei ricorsi da parte di chi ritiene illegittimo l’avviso ricevuto. Sottoporremo tale proposta al Collegio dei revisori per valutare la possibilità di regolamentare tale proposta,
in vista di un nuovo incontro già fissato per venerdì 15, alle ore 12.”