Durante l’incontro convocato al Comune, con la partecipazione dei referenti di
Regione Campania, Ente Idrico campano, Gori S.p.A., Genio civile di Salerno e Consorzio di bonifica
integrale – Comprensorio Sarno, il Sindaco Salvati ha ribadito la necessità di azioni risolutive
immediate per evitare che la città, alle prossime piogge, venga nuovamente invasa dall’acqua

“Non abbiamo più intenzione di sentire solo parole e belle intenzioni. Non
possiamo più tollerare che la nostra città venga invasa dall’acqua ogni qualvolta piove. I nostri cittadini non possono più subire le conseguenze delle responsabilità della politica che non vuole risolvere i problemi. Pretendiamo interventi urgenti e risolutivi per evitare che quanto è accaduto qualche giorno fa si ripeta ancora”. E’ quanto è stato ribadito con forza dal Sindaco Cristoforo Salvati, questa mattina, durante i lavori della conferenza di servizi convocata al Comune sul problema degli allagamenti. Incontro che ha visto la partecipazione dei referenti di Regione Campania, Ente Idrico campano, Gori S.p.A., Genio civile di Salerno e Consorzio di bonifica integrale – Comprensorio Sarno. Il primo cittadino e l’Assessore ai Lavori pubblici, Pasquale Vitiello, che è anche componente del Consiglio di Distretto sarnese vesuviano dell’Ente idrico campano, hanno sottolineato la gravità delle ripercussioni, in termini di sicurezza e vivibilità,
prodotte da tale problematica ed il disagio sociale più volte denunciato dai cittadini scafatesi.
“Abbiamo chiesto – ha dichiarato il Sindaco Salvati – agli enti intervenuti di attivarsi con urgenza per far si che quanto è accaduto nei giorni scorsi non si verifichi più. Non voglio più vedere strade invase dall’acqua, famiglie intrappolate nelle loro case e scantinati allagati. Chi deve intervenire, lo faccia subito. I referenti della Regione Campania, di Gori ed Ente idrico campano ci hanno chiesto quindici giorni di tempo per cercare di approntare un piano di intervento da attuare nel più breve tempo possibile, che sia parzialmente risolutivo, nelle more del completamento dei lavori per la realizzazione della rete fognaria. Un piano di intervento che possa insomma, quanto meno, attenuare il problema, mitigarne gli effetti devastanti che siamo costretti a subire come territorio ogni volta che piove”.
L’incontro è stato aggiornato al 28 settembre prossimo. “Abbiamo prospettato anche noi – ha spiegato l’Assessore ai Lavori pubblici, Pasquale Vitiello – un’ipotetica soluzione al problema, che gli intervenuti valuteranno per testarne la fattibilità. Ringraziamo in ogni caso tutti coloro che stamattina hanno partecipato all’incontro convocato dal nostro sindaco Salvati,
recependo la nostra richiesta di aiuto. Va chiarito che il problema ambientale legato alla realizzazione della rete fognaria è ben distinto dal problema degli allagamenti, che riguarda principalmente via Passanti, via Cesare Battisti e piazza Vittorio Veneto. Una cosa è certa. Il problema degli allagamenti sul territorio va assolutamente risolto e faremo tutto quanto è in nostro potere per giungere ad una soluzione”.