Ore decisive, giornate determinanti per l’amministrazione Salvati. Ieri, ormai è certo, è stata presentata la mozione di sfiducia da 10 consiglieri d’opposizione. A questo punto diventa fondamentale il ruolo e l’atteggiamento dei 3 dissidenti di maggioranza, orientati fino alla scorsa settimana a firmarla ma in leggera frenata d’intenti negli ultimissimi giorni. Se le loro firme dovessero unirsi a quelle della minoranza, l’esperienza di Salvati sindaco finirebbe con largo anticipo, dando spazio ad un breve commissariamento e quasi certamente già a nuove elezioni in primavera.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.