0 Condivisioni

Sul Fondo confiscato alla camorra, dedicato a Nicola Nappo, ieri il consiglio comunale è riuscito ad approvare  approva all’unanimità la dichiarazione di pubblica utilità per sanare 7 cespiti abusivi. Sul fondo Nappo Salvati annuncia: «Al lavoro per partecipare al bando del Pnrr per il finanziamento dei beni confiscati». Via libera cosi all’associazione temporanea di impresa Terra Vi.va. per la piena
agibilità del bene. In aula emerge sull’argomento l’attenzione del Prefetto di Salerno Francesco
Russo. A svelarla è Michelangelo Ambrunzo, consigliere comunale del centrosinistra con “Insieme
per Scafati”: «È vero che nel 2018, con la commissione straordinaria, all’affidamento la procedura
di sanatoria saltò. Da allora molti bandi sono stati fatti ma non si è partecipato. Oggi c’è l’attenzione
della Prefettura. Siamo felici e lodiamo il lavoro del geometra Antonio Picaro».

 

Ma lo scontro, su altro argomento, non poteva mancare, come sempre, tra  maggioranza e opposizione. E’ accaduto sulla proposta della maggioranza di affidare la gestione dei rifiuti solidi urbani e della tariffa all’Ente di Ambito di Salerno. Spunta a sorpresa l’astensione della consigliera di maggioranza Teresa Cirillo che porta la votazione a 11 favorevoli e 8 contrari. Salvati:«Proposta anche provocatoria ma un segnale chiaro dei sindaci di tutto il sub ambito Agro Settentrionale». La minoranza: «Doveva esserci una risposta politica. Questione demanda-
ta senza confronto sulle altre alternative. Il ruolo del tributo è di competenza comunale».

0 Condivisioni