Scafati: caso Aliberti, chiesto incidente probatorio

0
101

La Procura Antimafia ha chiesto l’incidente probatorio per sei persone allo scopo di “cristallizzare” le accuse contro l’ex sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti. A rischiare il processo sono in quindici: oltre a sindaco e signora, la Dda ha chiesto il rinvio a giudizio anche per Nello Maurizio Aliberti, il collaboratore di giustizia Alfonso Loreto, l’ex vicepresidente dell’Acse, Ciro Petrucci, i cugini Gennaro, Andrea e Luigi Ridosso e l’ex consigliere comunale Roberto Barchiesi. Per Pasquale Aliberti è stato chiesto il rinvio a giudizio anche per i presunti favori alle aziende funebri, insieme all’ex staffista Giovanni Cozzolino che è coinvolto anche nell’inchiesta principale, il ragioniere-capo del Comune, Giacomo Cacchione, l’ingegnere dell’Ente, Nicola Fienga, Giuseppina Ametrano, legale rappresentante della ditta “L’Eternità”, Alfonso Cesarano e Catello Cesarano, responsabili della “Cesarano Nicola Pompe Funebri” all’epoca dei fatti contestati. L’incidente probatorio è stato chiesto per Aniello e Fabio Longobardi, Diego Chirico, Filippo Sansone, Pasquale Coppola e la giornalista Valeria Cozzolino. Il gip si è riservato per il prossimo 26 aprile la decisione in merito.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here