Prosegue in Lucania il lavoro di De Felice, Carrotta e il resto dello staff. Con una sola contrarietà: il covid altrui finora ha impedito alla Scafatese versione estiva di disputare amichevoli vere, la prima dovrebbe esserci tra un paio di giorni, spostamento previsto a Polla per affrontare il Santa Maria. 

In ogni caso quella che è già considerata una delle corazzate del prossimo girone C di Eccellenza va avanti con sedute atletiche e sedute tattiche già all’insegna del 3-5-2 di base, mutabile però in 3-4-3 o 3-4-1-2 a seconda dell’ampio materiale calcistico scelto di volta in volta da De Felice.

In avanti c’è gente del valore di Palumbo, Malafronte, Simonetti e Siciliano. In mezzo al campo possibilità di scegliere tra Iannini, Giacinti, Lopetrone, De Sio e Manzo. Nelle retrovie l’esperienza di Manzi, Maraucci e Itri su tutti. Infine gli under, alcuni già conosciuti e testati, altri da scoprire strada facendo. Insomma patron Cesarano sembra aver fatto già le cose in grado nell’annata del centenario e dell’assalto alla D.