Dopo le dimissioni del Medico Luigi Corrado, altre dimissioni arrivano anche dal dirigente Medico Arturo Vivaldi, mettendo a rischio anche il reparto di Cardiologia. Sulla questione interviene il capogruppo consiliare della Lega Sebastiano Odierna: “Il sindaco di Sarno mente sapendo di mentire, continua a fare annunci di arrivo di nuovi medici senza considerare i tanti medici che vanno via ogni giorno.

Se qualche settimana fa il comitato “Insieme per la salute” chiedeva, le dimissioni simboliche del primo cittadino, io penso che sia arrivato il momento che si dimetta definitivamente da Sindaco della città di Sarno. In tutto questo tempo ha dimostrato incapacità a gestire la questione dell’ospedale. Oggi, nonostante tutto, continua a prendere in giro i cittadini annunciando l’arrivo di nuovi medici, ma non calcola tutti i medici che stanno dando le dimissioni: un medico arriva e due vanno via. Sono anni che come opposizione stiamo cercando di sensibilizzare il sindaco e la sua maggioranza ad intervenire per evitare la chiusura dell’ospedale, ma abbiamo trovato un muro. Era il 2018 quando abbiamo fatto richiesta di un consiglio comunale monotematico, proprio per sottoporre all’attenzione del consiglio comunale le difficoltà che stava vivendo il Martiri del Villa Malta, ma la maggioranza non solo non si presentò in aula, ma addirittura sosteneva che non esisteva alcun problema ospedale. Dopo qualche anno di silenzi la situazione è degenerata, fino ad arrivare quasi alla chiusura dell’ospedale. Negli anni c’è stata una continua fuga di professionisti dall’ospedale di Sarno, ormai ridotto ad una scatola semivuota, con circa 50 posti di degenza residui. Sono andati via numerosi professionisti: dalla medicina, dalla cardiologia, dall’ortopedia ma anche dalla chirurgia e dalla ginecologia e pediatria. E sta continuando la fuga di medici, ad oggi sono in 50 sono andati via. Il problema fondamentale – aggiunge Odierna – è la carenza di medici al Pronto Soccorso e i medici dei reparti devono sopperire alla carenza con turni di lavoro da record. In tutto questo il Sindaco continua a fare annunci trionfalistici come se il fatto non esistesse o come se non si rendesse conto della grave difficoltà che vive l’ospedale”. Poi Odierna replica alla Parlamentare del M5S Virginia Villani: “Vorrei rispondere a chi ha chiesto il commissariamento dell’ospedale di Sarno, io personalmente non sono d’accordo. Sono convinto, invece, che deve essere di nuovo commissariata la sanità in Campania, visto che la situazione era migliore quando era commissariata. Anche per quanto riguarda. i tetti di spesa, oggi siamo in una situazione davvero critica. nei primi 10 giorni di ogni mese già terminano i fondi e quindi un paziente oncologico è costretto a pagare per avere una tac”.