Nuove agevolazioni sul pagamento delle bollette dell’acqua per nuclei familiari in condizione di disagio economico-sociale. Si è svolta stamane, presso l’aula consiliare del Comune, la seconda tappa della presentazione delle misure di sostegno al reddito deliberate dal Consiglio di Distretto Sarnese-Vesuviano dell’Ente Idrico Campano. Si tratta di Bonus Idrico Integrativo e Stop Morosità: 2 azioni finalizzate a fornire un aiuto concreto alle famiglie del territorio, per le quali sono stati stanziati, circa 8 milioni di euro. Le agevolazioni sono destinate agli utenti che risiedono nei 74 comuni della Campania in cui Gori gestisce il Servizio Idrico Integrato. Le domande potranno essere presentate presso gli uffici del comune di residenza dal 2/11/2022 al 31/12/2022; tutte le informazioni utili e la modulistica necessaria sono disponibili su www.goriacqua.com    e www.enteidricocampano.it.
Presenti all’incontro di questa mattina il Sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, il Vicesindaco, Roberto Robustelli, il Coordinatore del Distretto Sarnese-Vesuviano dell’Ente Idrico Campano, Raffaele Coppola, la Consigliera del Distretto Sarnese-Vesuviano dell’Ente Idrico Campano, Anna Robustelli, e il Responsabile Investment, Program e Services di Gori, Andrea Palomba. “L’Ente Idrico Campano e Gori – ha dichiarato il Sindaco Canfora – stanno portando avanti azioni importantissime per i nostri cittadini. Oltre a Bonus Idrico Integrativo e Stop Morosità, non dobbiamo dimenticare anche il blocco delle tariffe per dieci anni. Sono interventi che vanno in sinergia con la gravissima crisi economica e sociale che viviamo in Italia e soprattutto nel Meridione. Inoltre, Gori ha investito importanti risorse anche per l’adeguamento delle reti nel nostro territorio”.
Per il Coordinatore del Distretto Sarnese-Vesuviano dell’Ente Idrico Campano, Raffaele Coppola “È iniziato un percorso che ci vede protagonisti e la linea che stiamo seguendo è quella di vivere in maniera diretta tutti i territori. Anche nella programmazione dei sistemi idrici integrati è importante che la comunità sia partecipe delle nostre scelte. Solo condividendo con chi conosce le istanze del territorio si può avere una visione di insieme. Oggi – ha aggiunto Coppola – queste due misure sono straordinarie per intensità e articolazione, e in un momento storico in cui le bollette aumentano, noi per primi blocchiamo le tariffe, al fine di supportare i cittadini in un momento difficile”.
L’Ente Idrico Campano tende una mano alle famiglie in difficoltà. A illustrare alla comunità di Sarno le nuove misure di sostegno al reddito varate dal direttivo regionale la Consigliera del Distretto Sarnese-Vesuviano, Anna Robustelli:”Si tratta di due misure dall’importanza socio-economica elevata: il Bonus Idrico consente alle famiglie con ISEE inferiore ai 12mila euro di ricevere uno sconto in bolletta di 50€ per ogni componente del nucleo familiare, fino ad un massimo di 200€. Per i nuclei familiari che, oltre a trovarsi in difficoltà economiche, versano in una condizione di morosità, arriva in soccorso, appunto, Stop Morosità, per evitare l’irrogazione di ulteriori aggravi verso gli utenti indigenti”.
Oltre alle iniziative a supporto degli utenti in condizione di disagio economico-sociale, la sinergia tra Eic e Gori si traduce anche in una vasta azione di potenziamento delle reti idriche e fognarie, articolata nel progetto “Energie per il Sarno” e nel piano di interventi per la tutela della risorsa idrica: opere strategiche che interesseranno anche il Comune di Sarno e che, durante l’incontro, sono state illustrate dal Responsabile Investment, Program e Services di Gori, Andrea Palomba.
“Nel Comune di Sarno – ha sottolineato l’Ing. Palomba – siamo al lavoro per l’ottimizzazione della rete idrica e il completamento della rete fognaria, che si inserisce nel progetto “Energie per il Sarno”, finalizzato al risanamento del fiume Sarno e dei suoi affluenti. Grazie a questi interventi, di cui due in corso di attuazione e un terzo che prevede la consegna dei lavori a gennaio, e ad un investimento complessivo di 20 milioni di euro, doteremo il territorio comunale di Sarno di una rete fognaria attiva ed efficiente, eliminando gli scarichi in ambiente e disinquinando i corsi d’acqua”.
Per le reti idriche, invece, l’obiettivo di Gori è ridurre le perdite del 50% attraverso interventi di digitalizzazione e sostituzione delle condotte obsolete, grazie ai 100 milioni di euro provenienti dai fondi React-Eu e PNRR di cui l’azienda è risultata aggiudicataria.
Un allegato • Scansione eseguita da Gmail