Sant’Egidio, superficialità o distrazione? i verbali del consiglio comunale non coincidono in presenze e voti

0
179

Scorrendo la lettura dei verbali del consiglio comunale dello scorso 27 giugno, in cui il parlamentino comunale è stato chiamato a votare molti debiti fuori bilancio, oltre al rendiconto, per i quali erano stati già diffidati dal Prefetto, emergono alcune anomalie in merito alle presenze effettive dei consiglieri e l’esito del loro voto e astensione. Si tratta di atti ufficiali che sono stati pubblicati all’albo pretorio del Comune ma che ravvisano alcune anomalie. Basta avere la pazienza di spulciare e leggere le delibere e ci si accorge ad esempio che per la delibera 37 relative al riconoscimento di un debito fuori bilancio, per un compenso ad un legale, sono emerse incongruenze assai vistose sul numero accertato dei consiglieri presenti all’atto della votazione con lo stesso esito del voto. Insomma un pasticcio che potrebbe anche essere messo in discussione. Il troppo caldo? Ha generato confusione degli addetti ? Aldilà delle motivazioni che potrebbero comunque portare i consiglieri comunali ad impugnare l’atto e chiederne rettifica per le evidenti confusioni di voti e presenze, resta sul tappeto la questione politica. La maggioranza sembra disorientata ed in parte sfaldata. In molti rivendicano un cambio nella giunta del sindaco Carpentieri. Ha pesato non poco la messa in discussione in consiglio dell’assessore Giulia Attianese. La delegata ai servizi sociali è stata attaccata per il suo operato, in relazione alla vicenda della piccola Iolanda, dal consigliere di opposizione Luigi Nocera che senza mezzi termini ne ha chiesto le dimissioni. La vicenda politica nella vicina Pagani e le destabilizzazioni in corso nei Comuni della zona stanno avendo ripercussioni anche nell’ambiente politico cittadino. Fra poco meno di un anno si tornerà al voto per le elezioni regionali. Non è ancora certa la candidatura del sindaco Carpentieri anche perchè non è ancora chiara la situazione a Pagani, con l’incompatibilità di Gambino e le eventuali sue dimissioni da consigliere regionale. Troppe partite aperte e alcune discussioni sottaciute nella cittadina tra gli esponenti politici cittadini mentre molti progetti restano al palo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here