Sant’Egidio, Cascone mette in discussione il concorso del Comune

0
234

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviato dal consigliere comunale di minoranza Mario Cascone in merito al concorso bandito dall’Ente e le anomalie riscontrate.

 

Assunzioni in “Comune”

IIl Comune di Sant’Egidio qualche mese fa aderisce al programma della Regione Campania relativamente al bando per il reclutamento di 10000 posti di lavoro nelle amministrazioni pubbliche. Lo fa chiedendo 6 posizioni, 3 per istruttore contabile e 3 per istruttore amministrativo, posti che si sono resi disponibili al nostro Comune dopo alcuni pensionamenti. La Regione Campania aderisce al Formez ente che si occuperà delle selezioni e sopratutto della formazione; inoltre per i primi due anni, uno di formazione e l’altro di inserimento lavorativo, le persone vincitori di concorso che inizieranno a lavorare presso il Comune saranno pagate dalla Regione attraverso un programma di finanziamento europeo. In pratica prestano lavoro al Comune a costo zero. L’ adesione al bando regionale da parte del Comune è totalmente gratuito per l’ente. Quindi selezione dei migliori giovani campani e non, TRASPARENZA nella selezione e costo zero per l’ente! Praticamente un OTTIMA procedura. Ma i nostri amministratori di Maggioranza, Sindaco e Giunta clamorosamente fanno marcia indietro, e con una Delibera di Giunta di fine Aprile decidono di ritirare l’adesione al programma regionale e di avviare le procedure concorsuali in autonomia, per 6 posti con un bando aperto a diplomati, bando che doveva essere pubblicato l’11 Giugno. Ma dimenticano un piccolo passaggio, che prima di avviare procedure concorsuali per gli enti, bisogna aderire dalle liste di mobilità. Il Comune avvia le procedure per la pubblicazione del Concorso ma la Regione invia al nostro Comune le liste di lavoratori di alcuni enti in fase di dismissione che hanno diritto di precedenza su tutto il resto, lo prevede la legge! Solo se tra questi 60 convocati nessuno di loro riuscirà a superare la prova, allora si avvierà il Concorso. Ma perché seguire questa procedura quando con il bando Regionale era tutto più semplice!? Perché seguire questa strada con costi molto più onerosi per commissione e pagamento delle prime due annualità di lavoro da parte del Comune!? E se si avvierà il bando con la grande mole di domande che arriveranno chi gestirà gli enormi costi di un Concorso che internamente il Comune non potrà mai gestire?? Sembra tutto illogico ma è semplicemente REALTA’, realtà dettata dalla SUPERFICIALITÀ ’ di chi ci governa..
Mi aspetto una risposta ufficiale dal Sindaco e Giunta! Visto che il Segretario Comunale mi ha risposto mezzo pec confermando nero su bianco tutto!
#amministrareallagiornata#lasuaparolaconta#trasparenzazero#rialzatisantegidio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here