Sant’Antonio Abate, in migliaia per il funerale di Don Antonio Polese. Il Boss delle cerimonie esposto nel suo Castello

0
941

imageSono stati in migliaia a rendere l’ultimo saluto a Don Antonio Polese. Sant’Antonio Abate era gremita di tante persone provenienti anche da fuori Napoli e dalla provincia che si sono stretti attorno ai familiari del Boss delle cerimonie.E in tanti già ieri si sono riversati nella villetta in cui risiedeva affianco al suo hotel-ristorante 5 stelle «La Sonrisa» reso famosoda un reality. Aveva destato profondo cordoglio l’ annuncio del decesso dell’80enne morto giovedì per imageproblemi al cuore. La Camera ardente nella Sala Reale della Sonrisa
quella dei banchetti fiabeschi ha visto sfilare in migliaia davanti alla bara scoperta, con la salma del cavalier Antonio Polese, circondata da nipoti e amici più cari. All’esterno sono i fratelli del defunto a stringere la mano per accogliere le condoglianze. I tavoli delle feste -come hanno raccontato alcuni cronisti – sono stati addossati alle pareti tra lo scintillio di cristalli e stucchi a colpire lo sguardo di chi ha varcato la soglia. Per molti cronisti non sembrava affatto una giornata di lutto. Già ieri mentre il boss ormai vegliato nella sua casa dopo essere giunto morto dalla clinica di Baia Domizia, affianco nel Castello si stava festeggiando un matrimonio. Un voler continuare l’attività ad onore del boss anche oggi con un pullman di turisti giunti dai Castelli romani, per un pranzo prenotato nei giorni scorsi. Ma l’arrivo del feretro alla Chiesa di Sant’Antonio Abate ha chiarito a tutti che quella stella si era spenta. Restano i problemi di abusivismo per la struttura che era stata posta sotto sequestro per alcuni reati di abusivismo contestati alla proprietà mentre alcuni giornali hanno ricordato i rapporti di Don Antonio con Cutolo, capo della Nco che secondo gli inquirenti incaricô proprio Don Antonio a intestarsi un altro castello quello mediceo di Ottaviano e scelto da Cutolo come sua abitazione dorata. Pare che in un’intercettazione telefonica Cutolo aveva confessato alla sorella di aver finanziato l’impresa di Don Antonio che aveva trasformato quella casa agricola in un Castello rendendo unico il matrimonio di persone comuni, ospitando attori famosi e trasmissioni televisive e film. Una versione quella giudiziaria che pare non collimare affatto con le impressioni e i commenti di chi ha voluto salutarlo per l’ultima volta. “Un uomo generoso, importante per Sant’Antonio Abate e non solo e conosciuto da noi semplicemente come Don Antonio – ha commentato una signora in lacrime – Ma quale boss, con Don Antonio se ne va un uomo d’altri tempi, generoso ed affettuoso con tutti – ha commentato un altro conoscente che seguiva il feretro portato in spalla per circa tre chilometri dal suo Castello alla Chiesa principale. Le spoglie di Don Antonio Polese riposeranno nel Cimitero di Sant’Antonio Abate che si trova a pochi metri dal suo Castello. Intanto la produzione di Real Time ha confermato che sarà registrata regolarmente la quinta edizione della trasmissione Il Boss delle cerimonie, questa volta però senza il suo protagonista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here