Sant’ Egidio, e ora si rischia il voto anticipato. Carpentieri pronto a lasciare il Comune per lo scranno lasciato vuoto da Gambino?

0
202

A Sant’Egidio per l’elezione a sindaco di Pagani di Alberico Gambino c’è chi festeggia. Ed è il primo cittadino Nunzio Carpentieri per primo e il suo entourage a brindare per il possibile scranno da consigliere regionale. Quello che in tanti avevano prospettato si è verificato. Con l’elezione a sindaco di Pagani del consigliere regionale Alberico Gambino, e la possibile e conclamata incompatibilità del ruolo da primo cittadino, si spalancano le porte di Palazzo Santa Lucia per il sindaco di Sant’Egidio Nunzio Carpentieri che era risultato il primo dei non eletti alla passata elezione regionale per Fratelli di Italia. A sua volta qualora Carpentieri confermi la volontà di scegliere la Regione, scatterebbe la sua incompatibilità a sindaco della cittadina. Non è scontata la nomina di un reggente. E si apre uno scenario politico non facile per la cittadina pedemontana. La maggioranza sembra spaccata e deve trovare un percorso condiviso in vista di alcune scelte. Il rischio di un ritorno al voto anticipato è dietro l’angolo e nulla sembra cosi scontato. Il sindaco Carpentieri sollecitato ad esprimersi alcune settimane fa in consiglio comunale aveva messo le mani avanti considerando la necessità che si verificassero le condizioni come appunto ora con l’elezione di Gambino. Che Carpentieri ha sostenuto con l’inserimento in alcune liste di sue due candidate con la Gautiero e la Di Dato. Cosa succederà da domani a Sant’Egidio? QUali sono i tempi che potranno consentire di trovare una soluzione possibile? Sarà il vicesindaco Antonio La Mura a reggere le sorti della cittadina? E ci sarà intesa nella maggioranza mentre Carpentieri già è pronto per andare in consiglio regionale? Una posizione che aveva sfiorato quattro anni fa e persa per un soffio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here