♦L’ 11 novembre, è il giorno della festività di San Martino attorno a cui ruotano diversi detti popolari come “A San Martino ogni mosto è vino” e l”Estate di San Martino”. Mai proverbio è stato più indicato di quest’ultimo, peraltro, visto il clima primaverile che è possibile godere in questi giorni in città.

Cava de’ Tirreni, ma  non solo, è particolarmente legata al Santo che protegge gli uomini sposati, fidanzati ed anche quelli traditi dalle proprie donne. La sera della vigilia di San Martino è usanza, per tutti gli abitanti salernitani, portare dei torroncini alle loro amate.

Secondo la leggenda, San Martino aveva una sorella molto bella, ma incapace di filare dritto: per salvarla dal peccato, il Santo pensò di tenerla lontana dalla perdizione portandola sempre con sè, seduta sulle spalle. Ma un giorno la ragazza chiese di scendere per i suoi bisogni personali e si appartò dietro una siepe. Il Santo la accontentò non prima di essersi assicurato che dietro a quella siepe non vi fosse nessuno: in realtà, un bel giovane aspettava la ragazza all’insaputa di Martino. La sorella, dunque, tradì la buona fede del Santo. Per questo racconto, la figura di San Martino è legata agli uomini che hanno subito tradimenti e che, quindi, si affidano alla sua protezione.

La leggenda narra che il gesto di portare in dono queste leccornie alle proprie amate è simbolo d’amore e di scaramanzia: si racconta, infatti, che chi non segue la tradizione sarà sicuramente tradito.

Insieme ai classici torroncini, nella cittadina cavese è usanza regalare anche il cosiddetto “torrone napoletano”; si tratta di “mattonelle” di cioccolato ripiene e ne esistono davvero moltissime varianti, opera dell’estro creativo dei mastri pasticceri. Una vera delizia per il palato!

Dai gusti classici a quelli più gustosi, la scelta sicuramente non manca!

Le vetrine delle pasticcerie dell’intera città si addobbano, anche  giorni prima, di tante meravigliose tavolette di torroncino di ogni forma e colore, vere opere d’arte capaci di far gola a chiunque.

Tante le cioccolaterie e le pasticcerie cavesi che propongono queste deliziose specialità, impossibili però da reperire durante tutto il resto dell’anno.

Bisogna, quindi, assolutamente porgere sempre in dono un vassoio di torroncini alla propria amata il giorno di San Martino, guai presentarsi a mani vuote! Tuttavia occorre ricordarsi che molte pasticcerie terminano la produzione in concomitanza con la festività.

Per chi si trova a Cava de’ Tirreni in questo periodo dell’anno non può assolutamente non recarsi in una delle tante ed ottime pasticcerie della città ed assaggiare i favolosi torroncini di San Martino.

Quest’anno non ho ancora ricevuto i fatidici torroncini e, se non altro per scaramanzia, avverto mio marito che è ancora in tempo!

Annalisa Capaldo