Salerno, tesseramento sospetto del Pd, il responsabile nazionale Zoggia interrogato da Montemurro

0
180

zoggiapdAgostino Ingenito. C’è preoccupazione  tra gli aderenti al Pd provinciale dopo che il responsabile nazionale dell’ organizzazione del partito Davide Zoggia è stato interrogato per circa un’ ora e mezza dal pm della Dda di Salerno Vincenzo Montemurro nell’ambito dell’ inchiesta sul tesseramento 2012 in provincia di Salerno. Zoggia  ieri sera ha consegnato gli elenchi degli iscritti per il 2012, circa 18 mila, che saranno confrontati con quello acquisito dalla Dda insieme ad un centinaio di tessere in bianco, prive di numero di serie, trovate ad un costruttore di Nocera Inferiore. L’inchiesta aperta riguarda presunti tesseramenti fasulli nelle fila del Partito Democratico per le votazione delle primarie che sono state effettuate presso i circoli territoriali. e che hanno visto prevalere la mozione Renzi con consensi bulgari. I sospetti di un aumento spropositato di tesserati da parte di alcuni esponenti interni al Pd della sezione salernitana hanno motivato prima lo stesso partito a livello nazionale ad effettuare delle verifiche per decidere su eventuale sospensione dell’esito delle votazioni e poi la stessa Dda che ha inteso vederci chiaro.  I magistrati si sono già occupati di tesseramenti falsati negli anni scorsi e che avevano riguardato il Pdl. In quel caso furono intraprese serrate indagini e interrogatori che coinvolsero esponenti nazionali e locali dell’ex partito del presidente Silvio Berlusconi. Un’inchiesta che è ancora in corso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here