Il Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno porta in scena da questa sera martedì 1 novembre il balletto “Giulietta e Romeo” di Sergej Prokofev. I ruoli principali sono assegnati ad Anbeta Toromani (Giulietta) ed Alessandro Macario (Romeo) due vere e proprie star del balletto , tra i più apprezzati interpreti di questa drammatica storia d’amore senza tempo. Anbeta è diventata celebre per la sua partecipazione al programma televisivo “Amici” di Maria De Filippi ma ha poi realizzato il suo sogno di diventare ballerina classica con grande successo. Alessandro Macario, compagno di vita e di scena di Anbeta, è protagonista fisso degli spettacoli di balletto del Teatro di San Carlo e della Scala di Milano.


La rappresentazione di “Giuletta e Romeo” segna anche il debutto ufficiale del Corpo di Ballo del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno costituito dopo le audizioni della scorsa primavera. “E’ un ulteriore tassello – spiega il Segretario Artistico Antonio Marzullo – della crescita artistica ed organizzativa del nostro teatro dopo i successi ottenuti dall’Orchestra, dal Coro e dal Coro delle Voci Bianchi con la guida del Direttore Daniel Oren . Completiamo la compagine artistica con 64 elementi dei quali trenta saranno impegnati nello spettacolo”.

“Il Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno – ribadisce il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli – continua nella sua missione di proporre spettacoli di alta qualità e di valorizzare i giovani talenti della musica, del canto, del balletto e di tutti i mestieri del teatro”.

Le coreografie e la regia sono firmate da Massimo Moricone, scene di Alfredo Troisi, costumi Luca Dall’Alpi, Maestro d’armi Sandro Maria Campagna, Maître de ballet, Luigi Ferrone.

La romantica e drammatica storia d’amore tra Romeo e Giulietta rivive attraverso la musica e la danza in uno spettacolo emozionante e coinvolgente. Un grande classico capace sempre di commuovere attraverso i secoli e le messe in scena. Questo capolavoro esprime valori universali e senza tempo che parlano al cuore ed esaltano la tragica bellezza dell’amore puro e sincero.

Lo spettacolo s’inserisce nella programmazione della stagione lirica, sinfonica e
di balletto sostenuta dalla Regione Campania.