Qualche sorpresa per Giampaolo che sceglie Depaoli e non Bereszynski sull’out difensivo di destra e Villar in mediana al posto di Viera con Rincon e Leris a completare il reparto. Per il resto stessi uomini visti contro la Juventus,  con Sabiri e Djuricic alle spalle dell’ex Caputo. Nicola invece conferma le indiscrezioni della vigilia e cambia attacco con Dia al fianco di Bonazzoli.  In mediana si rivede Coulibaly al posto di Radovanovic con Maggiore e Vilhena. Sulle fasce sempre Mazzocchi invertito a sinistra e Candreva a destra; difesa collaudata con Gyomber,  Fazio e Bronn a difesa dea porta di Sepe. Primo tempo quasi perfetto per la squadra di Nicola che al quarto d’ora era già in vantaggio per due reti a zero, grazie alle marcature del nuovo tandem d’attacco, Dia-Bonazzoli. Tante occasioni per triplicare, qualcuna per la Samp per riaprire ma Sepe è stato super. Il tris che chiude ogni scorso è di Vilhena nel primo tratto della ripresa. Inutilmente Giampaolo rivoluziona la squadra con quattro sostituzioni in contemporanea. La Salernitana trova persino il poker. Giocate a due tocchi o di prima, linee doriane completamente saltate, palla a terra e spazi trovati alla grande. 

 

CONCESSI TRE MINUTI DI RECUPERO
44′ Verre spreca su errore di Sambia
39’ammonito Botheim
36′ entra Pirola, esce Gyomber
34′ entra Yepes, esce Sabiri
32′ entrano Valencia e Sambia, escono Dia e Candreva.
33′ ammonito Rincon
31’POKER GRANATA: gran gol segnato da Botheim su assist di Dia
29′ Sabiri mette sul fondo sul cross di Quagliarella
22′ punizione e palla al centro da parte di Kastanos, Dia svetta ma la mette fuori.
20′ esce Bonazzoli, entra Botheim
19′ Quagliarella va subito vicino al gol
17′ quadruplo cambio Samp: Vieira, Verre, Quagliarella e Gabbiadini per Villar, Djuricic, Caputo e Lheris.
12′ Doppio tentativo nel giro di qualche minuto, prima di Colley e poi di Caputo.
5′ TRIS SALERNITANA CON VILHENA, che scambia con Koulibaly e poi d’interno sinistro batte Audero
1′ entra Kastanos, esce Mazzocchi

 

38′ TRIPLA OCCASIONE SAMPDORIA – Ospiti che approfittano di una ribattuta della difesa ma trovano sulla loro strada un super Sepe che per ben tre volte si oppone a Djuricic, Caputo e Leris.
23′ Si fa vedere la Samp con una discesa palla al piede di Colley per Djuricic, triangolo con Caputo e conclusione, murata da Gyomber e Bronn.
16′ RADDOPPIO SALERNITANA: SEGNA BONAZZOLI, ASSIST DI DIA E VELO DI VILHENA
12′ punizione di Candreva, devia in angolo Audero
11′ ammonito De Paoli
8′ GOL SALERNITANA, CONFERMATO DAL VAR; SEGNA DIA DA POCHI PASSI SULL’AZIONE INIZIATA DA BONAZZOLI
6′ grande occasione per gli ospiti: spreca De Paoli, su assist di Caputo

 

 

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Bronn, Gyomber, Fazio; Candreva, L. Koulibaly, Maggiore, Vilhena, Mazzocchi; Dia, Bonazzoli. All. Nicola. A disposizione: Micai, Fiorillo, Bradaric, Jaroszynski, Sambia, Botheim, Valencia, Kristoffersen, Kastanos, Capezzi, Motoc, Iervolino, Pirola.

SAMPDORIA (4-1-4-1): Audero; Augello, Colley, Ferrari, Depaoli; Villar,  Djuricic, Sabiri, Rincon, Leris; Caputo. All. Giampaolo. A disposizione: Contini, Ravaglia, Leverbe, Bereszynski, Murillo, Verre, Viera, Malagrida, Segovia, Yepes, Gabbiadini, Quagliarella.

Arbitro: Massa di Imperia – Guardalinee: Moro e Garzelli – Quarto uomo: Feliciani

Var: La Penna – Avar: Zufferli

 

LE PAGELLE

 

Sepe 6,5 – Nel primo tempo è assolutamente miracoloso sul triplo tentativo doriano, poi viene chiamato in causa di rado.

Bronn 6 – Gara attenta e senza sbavature per il tunisino, in crescita giornata dopo giornata.

Gyomber 7 – Guida con autorità la retroguardia alzando il solito muro. I blucerchiati sbattono a più riprese contro lo slovacco, in stato di grazia. Dall’82’ Pirola sv

Fazio 6,5 – Prestazione impeccabile anche per il “Comandante”, padrone assoluto sui palloni alti. Contiene bene le discese di Depaoli, uscendo spesso in grande stile dalle situazioni spinose.

Candreva 6,5 – Tra i più attivi e propositivi nel primo tempo, quando mostra tutti i pezzi del repertorio. Nella ripresa si limita a contenere, sfoderando diverse diagonali perfette. Dal 78′ Sambia sv.

L. Coulibaly 7 – Dominatore assoluto del centrocampo. Corre, recupera, contrasta e si scopre a più riprese rifinitore, come in occasione della fantastica triangolazione che manda in gol Vilhena. Recupera anche il pallone che avvia l’azione del poker. Letteralmente imprendibile.

Maggiore 7 – Ordine e geometrie per il playmaker, che ripulisce alla perfezione ogni pallone in uscita dalla difesa. Ottimo anche il lavoro di filtro.

Vilhena 7 – Partita a tutto campo per l’olandese, che gioca tanti palloni ed è sempre nel vivo dell’azione. Trova il primo gol in Italia con una meravigliosa triangolazione, mettendo in ghiaccio il risultato. Gioca bene anche da esterno quando nella ripresa Nicola lo schiera al posto di Mazzocchi.

Mazzocchi 7 – Motorino instancabile sulla corsia mancina, l’esterno napoletano è una minaccia costante per la Samp. Corsa, dribbling e tanti cross. Rischia il doppio giallo e Nicola decide saggiamente di sostituirlo all’intervallo. Dal 46′ Kastanos 6,5 – Non sbaglia niente o quasi. Parte largo a sinistra, in un ruolo non suo, ma viene spesso dentro al campo dove aiuta in costruzione.

Dia 7 – Trova il gol al debutto da titolare con un comodo tap-in, dopo appena 7′. Il gigante senegalese dimostra grande qualità, dialogando spesso con i compagni e offrendo sponde intelligenti. Due assist perfetti manda in gol Bonazzoli e Botheim. Fisicamente straripante. Dal 78′ Valencia sv

Bonazzoli 7 – Il vero e proprio regista avanzato della squadra. Svaria su tutto il fronte dell’attacco, aiutando nella costruzione e offrendo giocate d’alta scuola. Realizza il primo gol stagionale con un destro chirurgico che vale il raddoppio. Dal 65′ Botheim 6,5 – Dopo alcune prove deludenti si sblocca trovando il primo gol in Italia grazie a un bel diagonale. Si fa trovare pronto, cecchino.