Finalmente questa amministrazione comunale ha il suo bilancio.  Un bilancio redatto con molto equilibrio e prudenza.  Con intervento dei responsabili di settore, assessori, scrupolosità da parte del responsabile finanziario e spese esclusivamente per i servizi essenziali alla vita dell’Ente (servizi cimiteriali, servizi di spazzatura, forniture uffici, stipendi del personale).  Dal momento dall’insediamento di questa nuova amministrazione, 11 ottobre 2020, questo è il primo bilancio di cui entra in possesso per attuare la propria guida politica. Approvato con la maggioranza dei voti, unica nota dolente la falsità di dati e notizie divulgata in giornata da una parte della minoranza di opposizione.

La consigliera comunale di minoranza, Margherita Oliva, forse non sa che fare il consigliere di opposizione, vuol dire studiare, conoscere e capire. Tutti elementi questi che si fa fatica a percepire nell’operato della consigliera di minoranza.

Nella sessione consiliare del 23 agosto scorso abbiamo trattato il bilancio di previsione, dove veniva dettata la linea economica, finanziaria e programmatica dell’Ente. In questo documento è evincibile il perfetto pareggio tra entrate ed uscite, ogni voce è supportata da elementi di fatto certi e concreti (tutto attestato, dimostrato e provato dalle voci di bilancio) suffragati dal parere favorevole dell’organo di controllo,  il revisore dei conti.

A questo punto sorge la replica spontanea alle falsità raccontate dalla minoranza.

“Non riesco ad immaginare – dice il sindaco Carmela Zuottolo – la tipologia di lettura che effettua la consigliera quando parla di un buco finanziario. Probabilmente  il buco era presente fisicamente nelle carte che ha letto. Mi dispiace per chi ha un ruolo così importante, qual è quello del consigliere di opposizione, che finora non ha saputo svolgere. Mi auguro per inesperienza, visto che è nuova al panorama amministrativo e certe cose ancora non le ha comprese, ma le rammento che il suo ruolo, oltre a quello di controllo, deve essere anche e soprattutto un ruolo di proposizione: cosa che non ha mai fatto”.