Il Sindaco Nunzio Carpentieri da domani 12 agosto non dovrebbe più ricoprire la carica di primo cittadino. Sono sufficienti i cinque voti della risicata maggioranza per votare la decadenza. Poi dovrà correre il candidato al consiglio regionale Nunzio Carpentieri che deve riuscire ad agguantare uno dei nove seggi messi a disposizione per la circoscrizione Salerno. Una competizione elettorale agguerrita e che Carpentieri affronta coerentemente nella lista del suo partito Fratelli d’Italia in cui milita da molti anni. Ha dunque tenuto fede al suo obiettivo, e ridecade, unico praticamente in Italia o comunque in un caso assai raro a farsi decadere due volte da primo cittadino. E’ una partita politica difficile per Carpentieri che spera nel seggio elettorale di Palazzo Santa Lucia. Nella passata consiliatura non era passato per un soffio. In caso di non elezione, per lui scatterebbero i due anni necessari per potersi eventualmente ricandidare a sindaco di Sant’Egidio .Dunque fra poco meno di 24 ore Carpentieri non sarà più sindaco. A succedergli ci sarà il suo vicesindaco Antonio La Mura, assessore esterno ( si dimise dal consiglio per far spazio ad un altro candidato in lista ma non eletto) che assumerà il ruolo di prosindaco reggente come era stato prima di lui alcuni anni fa, il dottor Francesco De Angelis. Secondo quanto sembra chiaro spetterà a La Mura traghettare la cittadina in vista delle elezioni comunali del 2021. La composizione della giunta non dovrebbe cambiare. Resterebbero indipendenti al momento De Angelis e Giordano che sinora si sono astenuti dal voto per la decadenza. Una posizione non chiara invece dell’attuale presidente del consiglio comunale Laura Orlando, componente del partito del sindaco, prima indipendente ed ora sembra più vicina alla posizione del sindaco uscente. La minoranza nella passata seduta ha disertato l’aula, cosa che aveva già fatto Nocera, lanciatissimo nel sostegno al suo sodale Arena di Nocera Inferiore per la corsa alle regionali nelle fila dei democristiani di Mastella. Scalpita anche la consigliera di opposizione Strianese che dovrebbe essere candidata dalla Lega. Durante la seduta di mercoledì sarà votata anche la cittadinanza onoraria al Vescovo Giuseppe Giudice.