Aperture doppie, di comitati e campagna elettorale. Massima apertura, in generale, all’ampia fetta di Roccapiemonte che desidera cambiare. Entusiasmo intorno a Gerardo Adinolfi, candidato a sindaco per Rocca Futura, una lista fatta di persone che viaggiano verso un’unica direzione: vincere per dare alla città cinque anni diversi dai precedenti, vincere per cominciare finalmente a risolvere problemi annosi, primo tra tutti l’approvvigionamento idrico necessario alla città (pur ribadendo il No alla Gori). Cinque anni fa l’impresa fu sfiorata, il consenso fu comunque rilevante. Adinolfi ci riprova con una squadra ancora più forte, che parte da Senise Califano, che ha fatto fronte comune con Adinolfi, passa per l’ormai esperta Luisa Trezza, attraversa i professionisti e i giovani che fanno parte della Magnifica Dozzina, ed arriva fino all’esperienza da non candidato di Lello Polichetti, che ha lasciato spazio alla figlia ma che dall’alta del notevole “vissuto” politico-amministrativo rappresenta una risorsa fondamentale per lo schieramento.