Non vi è nulla di più deprimente di una persona malvagia che vuole apparire buona a tutti i costi. Avvilente e squallido è il comportamento dell’essere umano perfido che si ostina a voler passare per altruista e generoso, quando in realtà è un vile approfittatore, un egoista, spilorcio, avaro, senza vergogna.

Uomo di poco spessore morale è colui che si ostina a celare la propria vera indole soltanto per raggiungere i suoi viscidi scopi, per soddisfare bisogni carnali e fisiologici. Ma solo per breve tempo può fingere un’altra natura: chi conosce il buono, infatti, nota il marcio che si nasconde sotto la coltre di pulizia e apparente onestà di quell’individuo; da quel momento non è più possibile apparire diverso da quel che in realtà è agli occhi di costui o di costei.

Una volta esaminata la cattiveria potrà dire o fare qualsiasi cosa, ma si rivelerà inutile. Una persona infida farà di tutto per far passare quella buona per malvagia o svitata, parlerà male di chiunque tranne che di lei, ma alle sue spalle dirà ogni nefandezza come fa degli altri in sua presenza.

Ma le bugie hanno le gambe corte.

Resta il dispiacere di vedere persone care lasciarsi abbindolare da questi esseri meschini e non riuscire a far loro aprire gli occhi. Ci vorrebbero i fantasmi dei vari Natali di Dickens per fare emergere i vari Scrooge allo scoperto.

Non si può ingannare chi ha conosciuto il buono e il bello: è imparagonabile lo schifo con il giusto.

Annalisa Capaldo