La ripetizione non giova: ma piace agli italiani! Leggo un po’ di post su fb. Tanti si affannano a dire e a ripetere che votare la Meloni è un errore gravissimo. Che la Meloni è una fascista. Che non è all’altezza del compito di un premier E giù di lì. Sciorinano un sacco di motivazioni per chiedere agli italiani di non votarla. Bah!
Io di certo non la voterò , e va bene. Ma questo gioco al massacro e’stupido e oltretutto inutile! Si vada a vedere come hanno sempre votato gli italiani. Seguono una sola legge: imbarcarsi sulla nave del presunto vincitore!
Salire sul carro di Tespi!Si spintonano, si accapigliano per farlo! Vediamo un po’.
Nel 94 Berlusconi varo’ la sua nave elettorale, FORZA ITALIA. Apparve subito come il vincitore: lo votarono in massa! Per venti anni: tranne una parentesi prodiana. Poi apparve Renzi: tutti a votarlo, addirittura dandogli un 41% alle europee. Ma ecco che compare Grillo e il suo vaffa. Caspita: ma vuoi vedere che…
E subito una caterva di voti a Grillo: in Sicilia il movimento prese tutti i seggi, ma proprio tutti! Ovviamente, le delusioni fioccavano: le promesse rimanevano tali e niente acchiappava il popolo che votava. C’è stata la breve parentesi della Lega: ricordate? Veniva data al 36 %! Ma Salvini ha saputo sciupare quel consenso in quattro e quattr’otto!
Ed ora è il turno della Meloni. Non perdete tempo: prenderà una caterva di voti, e più ne parlate male, più ne prenderà. Proveremo allora con la prima premier della storia della Repubblica: coi compiti immani che si troverà davanti, non credo che il consenso durerà molto. E gli italiani? Nessuna paura: Saranno pronti per votare il probabile presunto vincitore. Quantomeno, coltivano la speranza!