PUNTI DI VISTA, la voce del Quirinale al tempo di internet

0
119

Anche Mattarella ha parlato dei social, ormai nessuno più resiste al fascino del web. Il prossimo messaggio, sarà a portatili e cellulari unificati, prodotto dalla Casaleggio magari. Ma servono ancora i messaggi di fine anno dei presidenti, se lo chiedono in tanti, soprattutto quando ascoltano, da troppo tempo oramai, le solite cose pur dette nel tono sacro che l’atmosfera merita. Al momento Mattarella è rimasto fedele al personaggio, anche se per la prima volta s’è lasciato andare ad impuntature leggermente politiche. Attenzione ai presidenti democristiani, partono normali e poi… Secondo noi la vera arma da messaggio, per chi presiede la Repubblica, è quella del messaggio alle camere. Leone, oltre 40 anni fa, ne inviò uno pesante al Parlamento, scrivendo dall’assoluta necessità di cambiare già allora l’impalcatura costituzionale e di riscrivere le cose. Ovviamente rimase inascoltato. Agli italiani i messaggi piacciono leggerli, ascoltarli e commentari. Mai applicarli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here