Il primo intervento in Consiglio Provinciale del neo Presidente Franco Alfieri ha il sapore di una netta rottura con il passato: basta con scelte legate a fattori diversi dal bene dei cittadini della Provincia, maggiore coraggio sulle scelte, attenzione alle priorità, una revisione del ruolo della società Multiservizi Arechi. Il Sindaco di Capaccio non le manda a dire ed apre un nuovo capitolo nella vita politica ed amministrativa della Provincia di Salerno. Per lui oggi era la prima volta da Presidente ma in passato, quando la Provincia contava di più, era stato assessore ai Lavori Pubblici. Dalla maggioranza all’opposizione: il centro-destra presentava tra i banchi per la prima volta il nocerino Carmine Amato, imprenditore prestato alla politica, quella fatta esclusivamente di servizio per la gente, la comunità d’appartenenza. Già consigliere comunale a Nocera Superiore per Fratelli d’Italia, Amato è subentrato alla dimissionaria Sonia Alfano. Fin dal primo giorno ufficiale è apparso attento e smanioso su tutte le problematiche del territorio (in primis edilizia scolastica, trasporti e viabilità), in particolare quelle riguardanti l’Agro e nello specifico le due Nocera.