Un pari avrebbe dato meglio l’idea della sfida andata in onda per il girone D di Promozione a Scafati tra i padroni di casa del Victoria Marra, che viaggiano alla grande, e il Nocera Superiore, mina vagante del girone. Alla fine vince la squadra di Liguori ma quella di Monetta esce a testa altissima dal confronto odierno. Le scelte iniziali dei nocerini: Della Spada in porta; Grillo, Coticelli, Vigorito e Marino; a centrocampo Senatore, Tipaldi e Maiorino; in avanti il rientrante Mandara e Squitieri appoggiano Rosario Majella. 

Vantaggio lampo Victoria Marra, senza il bomber Acanfora: sette minuti e Califano la sblocca a sorpresa, trovando il tempo giusto per andare a colpire in area piccola su punizione da sinistra. Al 13′ il tuttofare Tipaldi s’inventa un gol super: legnata dalla grande distanza, una trentina di metri, e Cirillo incassa. I nocerini sorpassano nel primo tratto della seconda frazione di gioco: l’azione l’avvia Coticelli recuperando il pallone, prosegue, c’è un tiro respinto male da Cirillo, ne approfitta il talento 2004 per ribadire in rete. Il Victoria cambia qualcosa e reagisce. Al 2o’ azione avviata da Amita, proseguita da Simeri, poi Ferri pesca Cherillo, deliziosa palla per il colpo di testa di capitan  Iapicco, che finalizza e agguanta il pari. Cherillo cambia marcia ai padroni di casa. Ma l’episodio che decide la sfida è un eccesso arbitrale: rosso a Vigorito per presunto fallo a gioco fermo su Di Dato. Proteste ospiti, poi parapiglia. Dal dischetto va Giammetta: segna per il 3-2. In 10 il Nocera Superiore combatte ancora: un pallonetto doc di Majella è alto di un soffio.