Alla fine lo zero a zero sta meglio ai padroni di casa, chiamati a far punti dopo due trasferte con sconfitte di diverso contenuto: raggiiunta quota 12. Gli ospiti invece frenano leggermente nell’equilibrata corsa nei quartieri altissimi della classifica: primo posto con gli stessi 22 punti di Centro Storico Salerno e Sporting Pontecagnano ma con una partita in più giocata. E’ la sintesi di Nocera Superiore-Pro Sangiorgese, sfida in gran parte caratterizzata e condizionata da freddo e vento. La squadra di Monetta ripresentava nell’undici di partenza i fondamentali Vigorito e Tipaldi a rispettive squalifiche scontate. Fuori invece il di nuovo squalificato Andrea Mandara 1996 ma anche gli infortunati Ruggiero, Coticelli e Ruocco. Per motivi di lavoro forfait quasi definitivi di Nunzio Majella e Francesco Grillo, sempre out Bartiromo e Di Stano. In porta Della Spada. In difesa Alfonso Grillo, Bottiglieri, Vigorito e Marino. A centrocampo Mandara Andrea 2000, Tipaldi e Senatore. In avanti Maiorino, D’Aniello e Squitieri (con Rosario Majella utilizzato solo nella ripresa a causa di un acciacco). Così è scesa in campo, invece, la formazione di Cuccurullo: Cesarano, Pisapia, Tarcinale, Nocera, Veneziano, Capuano, Liguori, Bove, De Luca, De Sio, Pagano. Primo tempo abbastanza equilibrato, con Cuccurullo costretto a far meno di Liguori dopo una ventina di minuti a causa di un infortunio. Nella ripresa la Pro Sangiorgese ha cercato di vincerla intensificando gli sforzi: belle trame con De Luca e De Sio, un salvataggio sul colpo di testa di Pagano, la traversa centrata nel finale da Lanzieri. Per i padroni di casa, ripresa volenterosa al massimo e qualche giocata interessate di D’Aniello e del baby esordiente Nasta in ripartenza.