Domenica 6 novembre, La locandina ha riaperto il sipario nella sua sede storica di Via Cauciello, 18 a Pagani per presentare la stagione teatrale 2022/2023, all’insegna della tradizione e dell’innovazione. Nella sala gremita, tra il piacevole vociare degli spettatori in attesa, a luci accese e sipario rosso chiuso, fa irruzione una voce: “Benvenuti a teatro. Dove tutto è finto ma niente è falso”. E dopo un’altra: “Il cinema vi renderà famosi; la televisione vi renderà ricchi; ma il teatro vi farà bene”

 

 

E poi altre e altre ancora. Gli attori de La Locandina, seduti tra il loro pubblico, hanno così accolto gli spettatori con frasi di Gigi Proietti, Victor Hugo, Paolo Grassi, Terrence Mann, Carlo Giuffré, fino ad aprire insieme il sipario con le parole di David Lynch: “Quanto è magico entrare in un teatro e vedere spegnersi le luci. Non so perché. C’è un silenzio profondo, ed ecco il sipario, rosso, inizia ad aprirsi ed entri in un altro mondo” … e come promesso, il Teatro stabile La Locandina ha riaperto, offrendo anche una bella performance dei ragazzi del laboratorio. Anche il sindaco di Pagani Lello De Prisco presente in sala, ha fatto il suo intervento portando il saluto della città. Da paganese, ha usato belle parole per omaggiare l’attività ultra quarantennale de La Locandina, “prima realtà teatrale sul territorio (alla quale se ne sono aggiunte altre negli anni) e unica compagnia indipendente, che si è sempre autofinanziata, ma che visto i tempi che viviamo, è arrivato il momento di ricevere un sostegno da parte del comune”. Un bel riconoscimento e, di certo, anche un sospiro di sollievo per la compagnia!

 

 

 

Il primo spettacolo già in scena da sabato 12 novembre è La Novella secondo Faber che mette insieme il teatro, con la regia di Francesco Pellizzari, che ha confessato di “realizzare finalmente un progetto coltivato da anni” e le musiche originali tratte da La buona novella di Fabrizio De André, due linguaggi diversi che si incontrano anche grazie ad una particolare scenografia curata da Roberto Monte, altresì co-regista. Lo spettacolo del periodo natalizio, da sabato 17 dicembre, sarà Napoli milionaria, di Eduardo De Filippo, in scena per la terza volta, con la regia a quattro mani di Carmine De Pascale e Alfonso Tortora per ricercare insieme “allestimenti più maturi” e dimostrare “l’attualità del grande genio di Eduardo”, hanno spiegato i registi.

A chiudere la rassegna, da sabato 11 febbraio 2023 ritorna un giallo, Delitto perfetto, di Frederick Knott, noto al pubblico per la versione cinematografica di Alfred Hitchock, che il regista Renato Giordano ha detto di amare particolarmente, anche se “ci saranno delle piccole modifiche”. Quindi, il filo conduttore di questa stagione teatrale di ripresa, sembra essere la Donna! Per tutte le date e gli orari degli spettacoli, alleghiamo la locandina.