Bernardo Califano e Carmela Pisani pronti a defenestrare Salvatore Bottone per favorire Vincenzo Calce. Gli ex fedelissimi di Bottone avrebbero già concordato con il primo cittadino, Lello De Prisco, una strategia per assicurare l’ingresso di Forza Italia in maggioranza ed estromettere il Psi di Bottone da qualsiasi discorso di governo. Calce, guiderebbe la nuova società che dovrà sostituire Aspa e Pagani Servizi, in maggioranza entrerebbero Anna Rosa Sessa e Gianfranco Maiorino (Calce si dimetterebbe da consigliere). In giunta spazio per l’avvocato Cristiano Marrazzo, in passato nell’esecutivo di Bottone in quota Pd, adesso entrerebbe per Forza Italia. Una chiara mossa politica di rivalsa nei confronti di Bottone da parte di Califano e Pisani garantiti per anni proprio dall’ex sindaco pur non avendo “peso elettorale” (Pisani assessore, mai candidata, Califano consigliere sempre ripescato). In questa operazione avallata da De Prisco ci sarebbe anche la questione Mercato Ortofrutticolo. Bottone puntava alla riconferma del Commissario Mirko Apa mentre Califano, Calce e De Prisco punterebbero su un nome nuovo. È partita quindi in città la guerra degli ex bottoniani contro il loro ex leader, attualmente coordinatore dell’Agro del Psi.