Sarà l’estate decisiva per l’istituto scolastico Manzoni. L’edificio storico di Pagani, chiuso per problemi di staticità dei solai nel 2016, sarà presto sottoposto all’inizio dei lavori di riqualificazione.  Si è aperta nei giorni scorsi la procedura per l’affidamento dei lavori di adeguamento sismico dall’importo complessivo di circa 2.6 milioni di euro. L’ente responsabile della procedura è la CUC di Nocera Inferiore. Per le imprese, sarà possibile candidarsi fino al prossimo 19 settembre, poi si daranno avvio alle procedure di apertura delle buste e verifica dei requisiti.

 

«L’edificio scolastico sarà interessato da lavori di adeguamento sismico, nonché ristrutturazione generale dell’edificio, compreso il rifacimento degli impianti idrici, elettrici e di riscaldamento, e l’abbattimento della struttura angolo est, opera di ampliamento realizzata in un secondo momento, che sarà adibita a spazio attrezzato a verde. Il periodo stimato per il completamento dei lavori è di due anni circa» ha dichiarato l’assessore Augusto Pepe.

«Non vediamo l’ora subito dopo l’estate di assistere all’inizio dei lavori – ha dichiarato il sindaco De Prisco -. Dopo l’ottenimento del finanziamento del Ministero dell’Intero in collaborazione con il Dipartimento dell’Economia e delle Finanze di 3.2 milioni di euro e all’attivazione della Cuc di Nocera Inferiore per avviare al più presto le procedure, ora finalmente la gara è aperta. Era una promessa che ho fatto alla città in campagna elettorale: entro la fine del mio mandato, Pagani avrebbe riavuto la sua scuola Manzoni e così sarà».