Arrivano  notizie dai vari siti d’arte sulle giornate gratuite e il calendario di offerte  dopo l’approvazione del decreto Mibac del Ministro Bonisoli. Il Parco Archeologico di Paestum ha diverse novità.

Innanzitutto si avvicina la settimana della cultura dal 5 al 10 marzo e anche qui l’ingresso sarà gratuito. Come da disposizioni ministeriali in materia di giornate a libero accesso, è garantito l’ingresso gratuito nelle prime domeniche da ottobre a marzo. Quindi anche il prossimo 3 marzo.

Inoltre tutti i giovedì nel tardo pomeriggio da marzo a dicembre l’ingresso è al museo e all’area archeologica è gratuito: precisamente dalle ore 18:00 alle ore 19:30.

Poi sarà gratuito anche l’ingresso il 15 giugno, festa del Santo patrono e il 3 dicembre, giornata internazionale della disabilità.

Il Parco Archeologico di Paestum ha cercato di sfruttare al massimo le potenzialità concesse dalla forma di gestione autonoma – dichiara il direttore Gabriel Zuchtriegel – E’ stata così definita una peculiare strategia promozionale che tiene conto delle esigenze degli utenti e dell’ambito territoriale di riferimento. Con questo piano di gratuità, la nostra volontà è quella di far divenire Paestum uno scenario attivo, capace di stimolare e costruire sempre nuove forme di inclusione e accessibilità dal forte valore sociale. Ci siamo immaginati il museo come un’agorà, una piazza di incontri e confronti allietati da momenti di convivialità e diletto”.

Il Parco Archeologico di Paestum sta, oramai da diversi anni, perseguendo questo legame con il territorio e con i suoi pubblici locali su più fronti. Il biglietto annuale Paestum Mia, ad esempio, si pone quale strumento preferenziale per vivere Paestum ogni giorno, al costo di un biglietto del cinema.

A sostegno della campagna di comunicazione per le aperture gratuite pestane, è stato lanciato l’hashtag #iovadoaPaestum che riprende quello ideato dal ministro nella campagna istituzionale nazionale.

Il decreto Mibac, come da regolamento già in vigore, conserva tutte le gratuità per i minori di anni 18, per le scolaresche, per alcune tipologie di studenti e docenti, oltre che per altre categorie protette come i diversamente abili. Inoltre, riduce a € 2 il biglietto ai giovani dai 18 ai 25 anni e non più alla metà del titolo di accesso intero.

(Fonte:ufficio stampa)