L’anno 2020 passerà alla storia per aver privato tante persone degli affetti più cari, per aver completamente stravolto le abitudini di vita quotidiana delle nostre famiglie, per aver “catapultato” i nostri figli, vittime inconsapevoli, in un contesto scolastico “virtuale” rappresentato dalla ormai nota “DAD”, acronimo di didattica a distanza.

Il Covid-19 ha evidenziato le ataviche criticità infrastrutturali del nostro Paese, che pur essendo la settima potenza mondiale, annovera ancora zone del nostro territorio nazionale prive di una banale connessione ad internet, nonché quelle del nostro Servizio Sanitario Nazionale che, tra tagli di spesa lineari e chiusure di Presidi Ospedalieri, ha retto all’onda d’urto provocata dal coronavirus soltanto per l’abnegazione e lo spirito di sacrificio del personale medico e paramedico.

E cosa dire dell’informatizzazione “spinta” del nostro sistema Giustizia, con Magistrati, Avvocati e Cancellieri che, da cultori del diritto, si son dovuti cimentare – giocoforza – con PIN, PASSWORD, BROWSER e chi più ne ha più ne metta!

In questi ultimi giorni, poi, lo svolgimento dell’attività forense è diventato, per molti, una vera e propria corsa ad ostacoli, tra interventi di manutenzione ordinaria, programmata e/o straordinaria da parte dei gestori dei vari software in uso per il deposito informatizzato degli atti giudiziari.

Senza dire, poi, delle enormi difficoltà per il pagamento telematico del Contributo Unificato, reso obbligatorio dalle disposizioni legate all’emergenza Coronavirus.

E chissà cosa ne direbbe il caro Maestro Calamandrei della recentissima approvazione della “formula esecutiva telematica”.

Nell’avviarmi alla conclusione, e confidando in un 2021 che possa far ritornare il sorriso sulle nostre labbra, rivolgo un affettuoso pensiero ai Colleghi che ci hanno lasciato e alle Loro famiglie, al personale di cancelleria e ai nostri Presidenti, Avv. Casalino e Dott. Robustella che, tra indicibili difficoltà legate all’emergenza sanitaria hanno consentito, ciascuno nell’ambito delle loro rispettive e specifiche competenze, con la loro tenacia e abnegazione, l’esercizio della giurisdizione nell’ambito del Circondario del Tribunale di Nocera Inferiore.

Avv. Luigi Montella