Le parti erano pronte a chiudere in un notissimo studio notarile di Scafati. Ma c’è scappata la sorpresa: solo ieri la Nocerina si sarebbe accorta che la pendenza con un calciatore della scorsa stagione, di una certa entità, ha prodotto effetti da “sanare” prima di chiudere l’accordo tra la triade italo-americana Natale-Scalzi-Grasso e il gruppo di imprenditori nocerini messo assieme dall’amministrazione comunale di Nocera Inferiore. Tutto risolvibile ma ci vorrà ulteriore esborso e soprattutto altri giorni di attesa (il nuovo organigramma di vertice della srl era già pronto con presidente onorario notissimo e stimato, amministratore che ha fatto calcio a Nocera con altri club e direttore dell’area tecnica ex calciatore e ora imprenditore). Sul fronte delle vertenze, queste note, ancora in arrivo da tesserati dell’anno scorso per un importo complessivo di circa 25mila, c’è da registrare come notizia di giornata il ricorso del preparatore atletico Emilio  Salsano accolto dalla Commissione Accordi Economici della Lnd.

Intanto domani la Nocerina speranzosa di novità anticipa il turno di campionato sul campo del Bitonto. Sono andati altrove Scaringella, Magri, Valentini e Mincica. In attesa di sistemazione Ambro. Svincolati Chernet e Recchia. Attenti alle evoluzioni di mercato (trasferimenti tra dilettanti aperti fino a venerdì prossimo) Talamo (attualmente out per infortunio) e Cuomo (già promessosi alla Cavese). Infortunato Mancino. Rientra dalla squalifica De Marino. Possibile formazione di partenza allo studio di Zavettieri: Stagkos; Romeo, De Marino, Garofalo; Menichino, Giacomarro, Schiavella, Chietti, Diniz; Balde, Basanisi.