Il 20 dicembre gli anni anagrafici suoi saranno 43. Ma in campo l’unico indizio è il capello bianco. Il resto è tanta voglia di giocare, divertirsi, segnare, aiutare con l’esperienza una squadra giovane. Rosario Majella, nel giorno del suo onomastico, è di nuovo il centravanti del Nocera Superiore, girone D di Promozione. L’anno scorso aveva aiutato la matricola a salvarsi in carrozza. Quest’anno cercherà di dare un contributo per l’ulteriore salto di qualità. L’annuncio l’ha dato Giovanni Sergio: “C’è una sorpresa, Rosario è tornato con noi”. Eccolo pronto a rifare coppia con Mandara, a spiegare ai giovanissimi Cirillo e D’Aniello come si migliora, a suggerire ad Aprea i movimenti giusti. La scelta di Ernesto Cirillo e Raffaele  Sergio è stata come al solito lungimirante: mister Monetta porta avanti in tranquillità il discorso giovani, Rosario, venendo da Pozzuoli quando potrà, è in grado invece di assicurare la freddezza e il pragmatismo nei momenti che possono decidere una partita, magari già quella dietro l’angolo, in casa con la Poseidon. Superata la quota di 300 gol in carriera, Rosario potrebbe aver voglia di 400…