Concorso dei presepi aperto ai bambini delle scuole del territorio e Concerto di Natale a conclusione della manifestazione in programma giovedì 29 dicembre presso la chiesa Santa Maria degli Angeli di Nocera Superiore con la premiazione dei bambini

“Al veder la stella, provarono una gioia grandissima” dal versetto del Vangelo di Matteo si ispira il Concorso dei Presepi promosso dall’Anfiteatro aperto ai bambini delle scuole

Un semplice evento natalizio che vuole coinvolgere i bambini, mantenere vive le tradizioni e vivere la gioia del Natale con spirito diverso, quello della famiglia e di una comunità che condivide l’amore per le usanze. Un evento a misura di piccini nel mondo tradizionale del presepe. È l’iniziativa promossa dall’associazione l’Anfiteatro operante sul territorio di Nocera Superiore e Nocera Inferiore che, grazie al sostegno della parrocchia di Santa Maria degli Angeli, ha riproposto il concorso dei presepi.

Iniziativa resa celebre negli anni passati con padre Epifanio D’Antonio, frate francescano e parroco della comunità di Grotti Portaromana venuto a mancare ad aprile 2021, capace di richiamare tantissimi partecipanti, anche al di fuori delle due città di Nocera, con l’intento di alimentare la creatività nel realizzare il vero simbolo del Natale, quello della grotta di Betlemme.

L’iniziativa vuole coinvolgere le scolaresche vicine alla comunità parrocchiale, la scuola elementare “Madre Maria Consiglia Addatis” del Primo Circolo Didattico di Nocera Superiore e il IV Istituto Comprensivo di Nocera Inferiore con le scuole “Ilaria Alpi”, “Giuseppe Marrazzo”, “Regina Mundi” e “Madre Teresa di Calcutta”, con l’obiettivo di accendere i riflettori sulla famiglia, nucleo affettivo che si riunisce in casa e realizza il presepe in attesa delle festività.

“Si riesce a percepire – hanno detto emozionati gli organizzatori – l’entusiasmo dei bambini che provano del Natale nei presepi realizzati per questa manifestazione”. Circa quaranta i presepi esposti nel salone teatro del convento custodito dai frati minori, realizzati in tutti i materiali, dalla stoffa al sughero, dal legno alla ceramica, e non sono mancati presepi sostenibili, realizzati con materiali di riciclo al quale i bambini hanno dato nuova vita.

“Il presepe – hanno spiegato gli associati dell’Anfiteatro – è un annuncio universale di gioia, aperto soprattutto ai bambini. Il messaggio che vogliamo trasmettere è quello di continuare a dare linfa alle tradizioni, cercando di tramandarle alle generazioni future e l’entusiasmo dei più piccoli è talmente forte che riesce a far riscoprire nei più grandi la vera essenza del Natale”.

La mostra sarà visitabile sino al 25 dicembre per poi culminare la sera del 29 dicembre con il Concerto di Natale, concludendo in bellezza e armonia l’anno ormai agli sgoccioli. Un connubio di particolare effetto che andrà a coinvolgere giovani musicisti in un programma giocato sulla contaminazione di generi musicali, con affascinanti escursioni che vanno dalla tradizione al ricercato, dal jazz all’orchestrale, per poi tuffarsi tra le melodie del gospel. Durante il concerto, con inizio alle ore 19 presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria degli Angeli, saranno premiati tutti i bambini partecipanti al concorso presepiale