I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cava de’ Tirreni ed i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, unitamente a personale dell’ARPAC hanno dato esecuzione al provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Nocera Inferiore – Ufficio GIP a carico di una nota industria conserviera con sede in Nocera Superiore.

Gli accertamenti condotti presso il sito produttivo hanno fatto emergere che l’impianto di depurazione e le vasche di raccolta delle acque reflue industriali non erano presenti e quindi funzionanti, così realizzando una modifica sostanziale dell ’impianto senza che le modifiche fossero state autorizzate, in violazione perciò del Testo Unico Ambientale D.lgs. 152/06. Pertanto, la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore ha avanzato richiesta di emissione del provvedimento accolta dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Nocera inferiore. I militari hanno proceduto, quindi, a porre sotto sequestro penale un’area di circa 6000 mq sulla quale e realizzata la linea produttiva dello stabilimento ed i macchinari ivi presenti.